Platessa tropicale con insalata primaverile

Platessa tropicale con insalata primaverile

Come sapete, da qualche tempo ho iniziato a seguire un regime alimentare abbastanza particolare e ristretto – non in termini di quantità, ma di tipologie di alimenti consentiti e (soprattutto) non.
A questo, aggiungete il fatto che da poco ho cominciato un secondo lavoro, quindi potete immaginare la frenesia delle giornate e la conseguente scarsità di materiale da pubblicare.
Non mangio (quasi) mai piatti noiosi e “banali”, ma avere il tempo per impiattare per benino, creare un piccolo set e fare delle foto decenti da pubblicare qui è veramente un’impresa – motivo per cui ultimamente latito un pochino. Ma cercherò di tornare in pari, promesso!

Il piatto che vi propongo oggi è assolutamente primaverile e gustoso in modo semplice, semplicissimo. Ideale anche per riprendersi dopo le grandi mangiate di Pasqua e Pasquetta – non mentite: lo so che vi siete *come minimo* ingozzati di cioccolato!
Il mio messaggio vuol sempre essere lo stesso: bastano poche accortezze per rendere originale e piacevole un piatto, perché quello che mangiamo deve sempre appagarci sotto tutti i punti di vista!

Eccoci quindi a una ricetta per cui sono necessari davvero pochi tocchi: filetti di platessa “tropicali”.
La platessa è un pesce che non ho mai mangiato molto, ma ho approfittato del fatto che fosse in offerta (mi piace lasciarmi ispirare anche in questo modo, quando faccio la spesa) per provare a creare qualcosa di diverso con questo che viene considerato un pesce da bambini, a volte quasi da ospedale o per lo meno da mensa!
E invece no, vi dimostrerò che può essere anche gustosissimo.

Ingredienti (per una persona):
150 g di filetti di platessa
1 cucchiaino scarso di olio extravergine di cocco
il succo di 1/2 lime
sale integrale
misticanza con fiori eduli
1/2 avocado hass (per me Sicilia Avocado)

Procedimento:
Fate scaldare una padella antiaderente e scioglietevi l’olio di cocco. Quando sarà caldo, adagiatevi i filetti di platessa (sciacquati e asciugati bene) dal lato della pelle. Dopo un paio di minuti, girateli sull’altro lato e irrorate il tutto col succo di lime. Bastano altri due minuti di cottura e il pesce sarà a posto. Aggiustate di sale e siete già pronti per impiattarlo, affiancato da mezzo avocado (condito con sale, qualche goccia di lime e magari una spolverata di pepe) e una bella misticanza con fiori eduli che fanno subito primavera!

Se volete un piatto completo di tutti i nutrienti, vi basta aggiungere un po’ di riso basmati cotto per assorbimento e il gioco è fatto.

Avete visto quanto può essere semplice ottenere un piatto bello, delicato ma ricco di sapori e profumi, completo, adatto a tutti e amico della nostra salute? Non ci sono scuse per non provare… 😉

3 commenti

    1. Autore

      Lavoravo anche prima, ma ora lavoro il doppio!
      Grazie per il complimento sul piatto 🙂


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *