Ristoranti senza glutine a Tenerife: i top e i flop!

Ristoranti senza glutine a Tenerife: i top e i flop!

Mangiare senza glutine non è semplice, nemmeno a casa. In viaggio, può essere ancora più complicato.
Ecco perché voglio mettere la mia esperienza a tua disposizione, stilando una classifica di tutti i migliori (e peggiori) ristoranti senza glutine che ho provato a Tenerife!

Se mi segui abitualmente, ormai avrai capito che per me il viaggio è indissolubilmente legato al cibo: non solo amo esplorare i luoghi, ma anche i sapori tipici.

Mangiare senza glutine in appartamento: i fondamentali

A Tenerife, alloggiando in appartamento, mi ero attrezzata portando da casa il necessario per fare colazione senza glutine e per salvarmi con eventuali snack o carboidrati accompagna-secondi.
Nel mio bagaglio gluten free c’erano quindi monoporzioni di biscottoni vegani e puffy bread Forneria Veneziana, oltre che barrette di semi e tisane in bustina singola Foodness.
Per il resto, mi sono rifornita di uova e frutta al supermercato – dove si trovano facilmente prodotti senza glutine più o meno di base.

colazione-senza-glutine-tenerife

Ristoranti senza glutine a Tenerife: tutto il meglio (e il peggio)

Per quanto riguarda la situazione ristoranti, ho notato con molto piacere che qui è pratica molto diffusa quella di indicare chiaramente sul menu gli allergeni presenti nei piatti. Ovvio, questo non mette al riparo da eventuali contaminazioni, ma in generale ho trovato un buon livello di conoscenza del problema da parte dei ristoratori – chi più chi meno.
Considerando che ho un po’ gironzolato per l’isola, di seguito troverai ristoranti e locali di diverso genere, ordinati in base alla mia soddisfazione e non alla location (che indicherò comunque per ognuno).
Questo per dire che , questa è una classifica – e no, nessuno di essi mi ha pagato per fare pubblicità.

1) Taste Sin Gluten – Los Cristianos

Lui vince su tutti, con distacco. Vince talmente tanto, che ci sono tornata 3 volte in una settimana…
Si tratta di un ristorante 100% senza glutine, gestito da Stefano, chef celiaco originario di Roma.

spaghetti-scoglio-ristoranti-senza-glutine
Qui non solo non ci sono pericoli di cross contamination, ma ogni singolo ingrediente è scelto con una cura più unica che rara. Inutile sottolineare la qualità assoluta di quello che viene servito… dal pesce freschissimo, alla pasta di quinoa o fatta in casa, alle verdure del contadino, al riso coltivato ad acqua sorgiva, a pane e dolci fatti da loro.
Ho assaggiato diversi piatti, tutti buonissimi, ma segnalo tre menzioni d’onore: un fritto misto commovente (non ci sono altre parole per descriverlo), gli spaghetti allo scoglio con una pasta che non aveva niente da invidiare rispetto colleghe glutinose alle più blasonate (parola di assaggiatori normomangiatori), e la torta dello chef al frutto della passione.
La qualità era percepibile non solo a livello di gusto, ma anche per il fatto che io (che mangio strano e tollero poco tutta una serie di ingredienti comuni) ho mangiato veramente tanto e di tutto e non mi sono mai sentita appesantita nemmeno per un secondo. Nemmeno dopo la cheesecake alla Nutella.

fritto-misto-senza-glutine-ristoranti

Insomma, sono veramente esigente quando si tratta di cibo, ma penso di poter affermare di non aver mai mangiato così bene da quando ho scoperto l’intolleranza al glutine.
Questo posto (e le chiacchiere coi proprietari e col loro dolcissimo bimbo) mi mancheranno!

2) El Mortero – Icod Los Vinos

In questo bar-ristorante si trova una carta ricchissima di piatti naturalmente gluten free, segnalati in modo molto chiaro. Al momento dell’ordine, fai presente l’importanza della questione contaminazione… dopo di che, goditi l’abbondante e buonissimo pasto.
Io ho ordinato come antipasto delle melanzane grigliate con pomodori secchi e parmigiano (simil-tale, siamo onesti), buone anche se non eccelse.

mangiare-senza-glutine-pesce
Quello che mi ha veramente stupito è stato il piatto principale: baccalà confit con patata dolce, mela, crema di avocado, cilantro e frutti rossi. Una preparazione complessa, che mi ha davvero stupito positivamente perché non me l’aspettavo in un locale che sembrava più un bar che un ristorante. E invece è stata una sorpresa che ti consiglio di provare se ti troverai in zona – altra cosa che ti suggerisco, perché in quel paesino si trova l’albero del drago simbolo di Tenerife, circondato da un giardino molto suggestivo.

 

3) Don Quijote – Los Cristianos

Ristorante in stile medievale, apparentemente turistico ma di buona qualità.
In carta sono segnalati i moltissimi piatti senza glutine, ed è anche possibile ordinare pane per celiaci – scaldato al momento e consegnato in una busta chiusa. Sono molto preparati sulla celiachia, quindi attenti alla questione contaminazioni.
Altro punto a loro favore è il servizio: le cameriere, simpaticissime, sono sempre attente alle esigenze dei clienti, che si tratti di riempire i bicchieri di acqua o vino o di servire la paella.
Dopo di che, passiamo all’argomento cibo!

ristoranti-senza-glutine-paella-celiaci
Intanto, viene servita una piccola entrée di benvenuto – nel nostro caso era formaggio di capra con peperoni arrostiti, davvero ottimo – e anche questo contribuisce al mio giudizio positivo.
I piatti che abbiamo ordinato erano entrambi gustosi e abbondanti: in particolare, ho adorato le verdure grigliate – condite con un’emulsione di olio, aglio e prezzemolo da leccarsi i baffi!
La portata principale era una paella di pesce senza glutine: non ottima ma più che dignitosa, e soprattutto talmente abbondante che ho portato a casa un doggy bag che si è trasformato nella mia cena la sera successiva.
Ah, dopo cena ci hanno salutato con due shottini di liquore alla fragola: un’altra piacevole attenzione per concludere con un po’ di brio.
Consigliato anche questo!

 

4) Il Gelato del Mercato – Los Cristianos

Durante le tue passeggiate sul lungomare, o per fare una pausa fra una sessione di abbronzatura e l’altra, cosa c’è di meglio che un buon gelato? E questo è proprio buono, giuro!

gelato-senza-gllutine-tenerife
Si tratta di una piccola gelateria con annesso laboratorio, in cui puoi trovare circa 8 gusti che cambiano di giorno in giorno in base a quello che offre la stagione. I proprietari sono ragazzi italiani che si dedicano al gelato con una passione che si sente – a partire dagli ingredienti usati, fino al risultato che potrai assaporare con le tue papille. I gusti sono tutti o quasi senza glutine, ma nella gelateria vengono utilizzati coni normali per cui non c’è garanzia assoluta di non contaminazione…
Io ne ho provati diversi, ma il mio preferito è sicuramente cioccolato bianco con amarena e croccante di fondente e nocciole: goduria pura!

5) Ristorante Abordo – Los Cristianos

Sulla piazzetta che collega la spiaggia al centro di Los Cristianos, si affaccia questo ristorante gestito da Raffaele, signore italiano che nel suo locale offre sia cucina nostrana che canaria.
Consiglio questo locale a chi ha voglia di buon pesce fresco grigliato – naturalmente senza glutine, con bassissimo rischio di contaminazione, e davvero buonissimo! Puoi scegliere il tuo pesce dal bancone oppure dal menu – ma sappi che la disponibilità varia in base a ciò che il mare offre.

pesce-mangiare-senza-glutine

Io ho assaggiato dei meravigliosi sgombretti grigliati, teneri e saporiti, serviti con un’insalatina mista.
Come accompagnamento: papas arrugadas – ovvero le tipiche patate canarie, cotte in acqua di mare e servite coi mojo, delle salsine a base di prezzemolo o peperoncino. Un pesce alla griglia così non lo mangiavo da tanto tempo… a volte la semplicità paga!

6) Taurus Grill – Los Cristianos

Questo ristorante, seppur non sia stato in assoluto il mio preferito, è da provare!
Si tratta di un grill argentino/italiano – ovvero: il proprietario è italiano, ma il menu offre piatti che spaziano dalla cucina nostrana, a quella spagnola, a quella tex mex e soprattutto arrivano a quella argentina. I piatti forti sono infatti quelli a base di carne alla griglia – e ho visto girare tagli veramente stupendi!

costolette-ristoranti-senza-glutine
Anche qui gli allergeni sono segnalati nel menu e ci sono diverse cose senza glutine: io ho ceduto alle lusinghe delle costolette di maiale con salsa barbecue, servite con patatine fritte e coleslaw (la tipica insalata di cavolo americana). Davvero buone! Unica avvertenza: una porzione vale per due persone… oppure puoi mangiarne mezza e portare a casa l’altra con il doggy bag, come ho fatto io che non sapevo cosa mi aspettava.

7) 100 Montaditos – San Cristobal de la Laguna e altre location (si tratta di una catena)

Un giorno di pioggia (perché no, a Tenerife non ci sono sempre sole e caldo, a quanto pare) sono andata in esplorazione della cittadina di San Cristobal de la Laguna, il cui centro storico è stato riconosciuto come patrimonio dell’umanità dall’Unesco.
All’ora di pranzo ero affamatissima, non vedevo l’ora di addentare qualcosa di succulento ma facevo fatica a trovare ristoranti lì in centro.
A un certo punto ho adocchiato 100 Montaditos, che conoscevo come catena che propone anche panini senza glutine. Perfetto, ho pensato. Entriamo e la prima delusione è che in carta ci sono in realtà solo due panini senza glutine. Va beh, ne scelgo uno. Non c’è un’insalata pura, senza aggiunte di pollo, formaggio o cose varie – e comunque nessuna garantita senza glutine. Va beh bis, sto senza.
Ordiniamo e aspettiamo il nostro turno… poi arrivano i panini. Paninini. Panininini. No, non siamo impazzite né io né la mia tastiera: semplicemente, i panini erano minuscoli. Lunghi meno di 10 centimetri. Come puoi immaginare, invece che riempirmi mi ha aperto una voragine incolmabile.

panino-senza-glutine
Il gusto non era chissà che ma non era nemmeno pessimo. Il pane era buono.
La caratteristica migliore in tutto ciò è l’assenza di contaminazione: il panino è confezionato e viene scaldato da sigillato. Volendo, si può accompagnare con patatine in busta.
Però ecco: sceglilo solo se vuoi fare uno spuntino, oppure prendine più di uno (direi che per un pasto accettabile ne servono almeno 3).
Secondo i miei parametri, è consigliabile solo in caso di emergenze.

8) La Perla – Los Cristianos

Anche in questo caso si tratta di un ristorante italiano (si intuisce che gli italiani hanno preso possesso dell’isola?) che si trova in una delle vie principali del centro del paese. Ci sono stata perché avevo letto online che offrivano piatti senza glutine, e in effetti è così: oltre a quelli naturalmente gluten free, hanno anche pasta e pizza per celiaci.
Invogliata dall’idea di un piatto di spaghetti con le vongole, li ho ordinati per sentirmi rispondere che l’unico formato di pasta senza glutine erano le penne. E penne siano allora.

pasta-senza-glutine
Una sola parola per descriverle: terribili.
Di solito non sparo giudizi così negativi, ma in questo caso l’unica cosa azzeccata era la cottura della pasta. La qualità era mediocre, mentre il condimento era davvero pessimo. Le vongole, pochissime, viravano dall’insipido al sapore di conservanti, ed erano accompagnate da pezzi di aglio bruciacchiato. Il tutto aveva un retrogusto acidino, per niente piacevole.
Insomma, per quanto mi riguarda dico solo che è evitabilissimo. Poi magari sbaglio, eh, però – come direbbe Mara Maionchi – per me è no!

Come puoi intuire da questa guida, mangiare senza glutine a Tenerife non è un’impresa impossibile, soprattutto in località turistiche come Los Cristianos e dintorni.
Se hai dubbi o domande sui ristoranti per celiaci in quest’isola delle Canarie, o se vuoi suggerirmi qualche altro locale da aggiungere, scrivi pure nei commenti o contattami via mail!

Spero che questo articolo ti offra utili spunti… buon viaggio! 😉

ps: consulta la mia guida su come viaggiare gluten free e senza pensieri… troverai tante idee per le tue prossime esplorazioni!

pps: se stai cercando un posto dove alloggiare a Tenerife, perché non guardare le offerte di Booking.com? Ho anche un codice sconto da applicare alla tua prenotazione – chiedimelo e te lo passerò subito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.