Metropolitana di Stoccolma: 10 stazioni imperdibili!

Metropolitana di Stoccolma: 10 stazioni imperdibili!

Se ami l’arte contemporanea nascosta nei luoghi più impensabili, allora non puoi perderti la metropolitana di Stoccolma.

Pensa solo che le stazioni della tunnelbana (il suo nome in svedese) sono 100… e più di 90 sono decorate con murales, sculture, piastrelle, luci e chi più ne ha più ne metta.
Viaggiare in metropolitana a Stoccolma è bellissimo: entri in un mondo ed esci in un altro. E ad ogni fermata ti basterà guardare fuori dal finestrino del treno per rimanere a bocca aperta davanti a creazioni sempre diverse!

cosa vedere a stoccolma

Metropolitana di Stoccolma: uno sguardo ravvicinato

La metropolitana di Stoccolma, così come la conosciamo adesso, è nata negli anni ’50. Al momento è composta da tre linee (verde, rossa e blu) e 100 stazioni, alcune delle quali sono in realtà in superficie.

Fin dall’inizio, è stato chiesto ad artisti vari (quasi tutti svedesi) di decorare le fermate… il risultato? Più di 150 artisti hanno contribuito a realizzare la più grande e articolata opera d’arte che si possa immaginare!
Il motivo di questa “invasione d’arte” è semplicissimo: rendere le stazioni della metro più belle le fa percepire anche come più sicure, riducendo il vandalismo. In più, l’arte può trasformare un semplice collegamento fra due luoghi in un viaggio dal valore decisamente più alto! Last but not least, l’idea di fondo era anche quella di rendere ogni stazione unica e ben identificabile, il che avrebbe aiutato anche a orientarsi durante i viaggi… e devo dire che è proprio così.

Le fermate sono talmente ricche di bellezza e di significato che SL, il sistema di trasporti, organizza anche tour guidati delle stazioni più belle. Da giugno ad agosto, ogni martedì, giovedì e sabato alle 15, da T-Centralen partono questi tour (in inglese) alla scoperta dell’arte nascosta nella metropolitana di Stoccolma… ma siccome noi non ci siamo incastrati coi tempi, abbiamo fatto il nostro tour della tunnelbana in autonomia. Abbiamo visitato quasi 20 stazioni (più quelle osservate dal finestrino!) e in questo articolo voglio parlarti delle mie preferite… o meglio: di quelle che ritengo veramente imperdibili!

Metropolitana di Stoccolma: la top 10

metropolitana di stoccolma stadion

Stadion

La stazione Stadion è forse la più instagrammata e quella che rimane più impressa. Su un muro azzurro spicca un gigantesco arcobaleno dipinto in colori brillanti!
Costruita nel 1973, questa è stata una delle prime stazioni della metropolitana di Stoccolma. Gli artisti che l’hanno decorata sono Åke Pallarp e Enno Hallek, che hanno deciso di portare sottoterra un pezzo di cielo – e ci sono riusciti benissimo.
Fra l’altro, per pura coincidenza, questa è la fermata a cui scendere se si vuole partecipare alla parata Stockholm Pride… i cui colori simbolo sono proprio quelli dell’arcobaleno! Bello come tutto torna, no?

t-centralen metropolitana di stoccolma

T-Centralen

T-Centralen è la fermata della metro associata alla stazione centrale, principale snodo dei trasporti pubblici della città. È stata anche la primissima stazione della metropolitana di Stoccolma ad essere decorata con opere d’arte. L’autore dei dipinti, Per Olof Ultvedt, ha basato tutti i disegni sulle sfumature del blu e dell’azzurro per creare un’atmosfera rilassante… visto che, in questa stazione in particolare, le persone sono sempre di corsa fra un treno e l’altro.
Trovo che sia un’idea stupenda – e il risultato lascia davvero a bocca aperta.

metropolitana di stoccolma rissne

Rissne

La stazione di Rissne non è una delle più famose… e non capisco perché, visto che io l’ho letteralmente adorata. Se sapessi lo Svedese, me la sarei letta tutta… sì, perché in pratica è un’unica enorme e coloratissima linea del tempo, in cui sono scritti tutti i principali eventi storici del mondo dalla sua nascita ad oggi.
Gli artisti, Madeleine Dranger e Rolf H Reimers, hanno avuto un’idea geniale e l’hanno realizzata in modo visivamente impeccabile. È stato molto interessante cercare di decifrare le parole scritte in svedese… alcune erano comprensibili e mi hanno fatto intuire il senso di tutta l’opera.
Su una delle pareti poi campeggia una stupenda cartina del mondo, dipinta in colori vivaci e allegri: come si può non innamorarsi di un posto così?

solna centrum stoccolma

Solna Centrum

Solna Centrum era la mia fermata “di casa”, sia durante questo viaggio che quando sono stata per le prime volte a Stoccolma nel lontano 2009. Non è solo per questo che le sono particolarmente affezionata: è anche per i bellissimi murales che la decorano!
Gli artisti Karl-Olov Björk e Anders Åberg hanno prima di tutto dipinto i muri di rosso e verde, i colori dominanti della stazione che rappresentano una foresta al tramonto… ma poi si sono resi conto che mancava qualcosa. Allora cos’hanno fatto? Hanno aggiunto un sacco di scene dettagliate, tutte diverse una dall’altra, che rappresentavano i principali problemi della società degli anni 70. È una delle pochissime stazioni della metropolitana di Stoccolma ad avere un significato politico. Interessante, no?

metropolitana di stoccolma thorildsplan

Thorildsplan

Questa stazione, che non è sotto terra ma in superficie, è stata costruita nel 1952. Le decorazioni però risalgono al 2008 e sono state realizzate da Lars Arrhenius, a cui è stata lasciata totale libertà… l’unico vincolo era che doveva usare delle piastrelle. E così ha fatto: ha ricoperto i muri della stazione con vivaci disegni pixellati che ricordano Pacman e Super Mario!
Perché ha scelto proprio questo tema? Si è lasciato ispirare dai dintorni della stazione, dove le strade, i marciapiedi rialzati, gli ascensori e le scale gli hanno ricordato l’ambientazione di quei videogiochi. Et voilà: una stazione imperdibile per tutti gli amanti dei videogame d’altri tempi!

metropolitana di stocolma solna strand

Solna Strand

L’installazione artistica di Solna Strand è tanto semplice quanto d’effetto.
Immagina una stazione che è una vera e propria grotta, tutta dipinta di grigio scuro. Dalle pareti e dal pavimento escono degli enormi “cubi di cielo”, dipinti di azzurro con delle belle nuvolette bianche.
L’artista in questo caso è Takashi Naraha, un giappo-svedese che basa spesso le sue opere sui contrasti… e questa non fa eccezione. In pratica, nella stazione ha voluto rappresentare l’equilibrio fra il buio e la luce, fra lo yin e lo yang. I cubi azzurri ricordano a chi è sottoterra che il cielo non è poi così lontano – mentre all’aperto, fuori dalla stazione, si trova un grande cubo nero che rispecchia l’oscurità della caverna che sta proprio lì sotto.
Affascinante davvero!

tensta metropolitana di stoccolma

Tensta

In questa stazione, diverse opere colorate – che ricordano un po’ i graffiti primitivi – si stagliano sulle pareti dipinte di bianco. C’è un grande sole stilizzato, ci sono dei mammuth, ma anche un branco di pinguini incastonati nella roccia. Ognuna di queste opere d’arte, realizzate da Arne e Lars Sedell ed Helga Henschen, ha un suo nome e una sua identità.
Queste, insieme alle parole che sono scritte in giro per i tunnel della stazione, vogliono celebrare le diverse culture che vivono a Tensta – che storicamente è un quartiere ricco di immigrati.
Un perfetto connubio fra arte e solidarietà!

morby centrum stazione stoccolma

Mörby Centrum

Mörby Centrum per me è e resterà sempre la stazione dei marshmallows. I suoi muri dai colori pastello che finiscono sopra una parete a fisarmonica ricoperta di piastrelle colorate… non so perché, ma mi hanno ricordato subito una montagna di quei dolcetti soffici e colorati.
In realtà il significato della decorazione di questa stazione della metropolitana di Stoccolma è molto più profondo e poetico.
Se ci si fa caso, è tutta una grande illusione ottica: visti da una certa prospettiva, i muri appaiono rosa. Dall’altra parte, sembrano grigi. Gli artisti, Gösta Wessel e Karin Ek, volevano enfatizzare come il paesaggio può cambiare durante un viaggio… e direi che ci sono riusciti bene!

kungstradgarden stoccolma

Kungsträdgården

Prima di tutto, ti suggerisco di fermarti in questa stazione della metropolitana di Stoccolma per andare proprio al Kungsträdgården… un delizioso parchetto con fontane e viali alberati, su cui si affacciano un sacco di bar e dove vengono organizzati spesso dei festival.
Al suo interno, la stazione è ricchissima di decorazioni di ogni genere. Dai pavimenti in verde-bianco-rosso che rimandano ai colori originari del giardino reale, alle statue che sono repliche di quelle presenti nel palazzo che si affacciava sul parco prima di essere incendiato, fino a dipinti moderni e visionari racchiusi dentro dei poligoni ai cui vertici si trovano dei simboli di radioattività.  Un’accozzaglia di cose che alla fin fine affascina.
Un po’ meno affascinante è sapere che nella stazione vive una specie di ragno che, in nord Europa, è presente solo in queste grotte. Per fortuna l’ho scoperto dopo esserci stata e non prima!

metropolitana di stoccolma hallonbergen

Hallonbergen

Questa stazione della metropolitana di Stoccolma sembra uscita dal quaderno di un bambino! Le artiste Elis Eriksson e Gösta Wallmark hanno ricoperto i muri con una marea di scarabocchi e disegni infantili, ispirandosi alla propria infanzia e ai disegni dei loro figli. Sono presenti anche alcune sculture che sembrano proprio delle enormi sagome di carta che prendono vita.
Sicuramente non manca l’immaginazione, fra bestie fantastiche e strani marchingegni! Anche il nome della stazione in realtà ha un che di infantile: Hallonbergen infatti significa “montagne di lamponi”… più fiabesco di così!

 

Queste sono le 10 stazioni della metropolitana di Stoccolma che ritengo veramente imperdibili.

Raccontami un po’: tu ci sei mai stato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.