Ieri ho fatto un po’ di caos… volevo pubblicare il mio personale augurio di Natale, ma in preda ai fumi della digestione ho cliccato il pulsante sbagliato, non pubblicandolo. Rimedio in ritardo di un giorno, chiedo perdono! “Oggi vi auguro un buon Natale con due immagini. La prima è il menu del nostro pranzo natalizio di famiglia – io mi sono occupata delle cupcakes, delle quali vi posterò a breve la ricetta! E la seconda è una foto scattata ieri, durante la produzione di goduriosissimi cappelletti (anche su quelli scriverò un post)… Fool for Food c’era, e lavorava pure! 🙂 Spero che la vostra giornataScopri di più!

Era un pezzo che volevo provare a fare le red velvet cupcakes, ed era un pezzo anche che volevo sperimentare la crema al burro (dopo il terrorismo fatto dalla mia migliore amica che c’aveva provato con scarsi risultati). Così ho deciso di testare la mia versione natalizia delle cupcakes, ovvero quella che vorrei proporre ad amici e parenti durante le feste. Conclusione dell’esperimento: mi sono esaltata un sacco, perchè le mie creazioncine erano veramente più belle di quanto mi aspettassi, però ho deciso che la prossima volta… 1) cambierò ricetta per l’impasto, che non mi ha soddisfatto del tutto 2) ricoprirò le tortine di cremaScopri di più!

A Ravenna, c’è un ristorante che non si può assolutamente non provare, e che suggerisco a tutti i “forestieri” che mi chiedano consigli su dove mangiare qualcosa di tipico e non costoso. Il posto è la famosissima – almeno per noi ravennati – Ca’ de Vèn, una vera e propria istituzione della città. Per anni ci sono passata davanti senza mai entrare, convinta che fosse un posto per fighi e che non meritasse come invece si voleva far credere… chissà perchè, poi. Donna piena di pregiudizi che non sono altro! Una sera ci sono andata quasi per caso, ed ho cambiato completamente opinione: è statoScopri di più!

Erano mesi e mesi che la desideravo: la pasta di zucchero ha popolato i miei sogni d’amore da quando la mia passione per gli Stati Uniti si è concretizzata con la permanenza a New York. Ho iniziato a prendere nota di ricette e suggerimenti, ho comprato utensili e coloranti, ho raccolto le idee… non vedevo l’ora di provare. Il magico momento è giunto: ho preparato per la prima volta l’adorata pasta di zucchero, con una ricetta a prova di imbranata! Eccomi quindi qui a condividere con voi la gioia per l’esperimento riuscito… ed anche la ricetta, per chi voglia provare! Premetto che non è mia,Scopri di più!