Spezzatino con polenta… per combattere il gelo!

In questi giorni, sembra che un vortice spaziotemporale abbia risucchiato la Siberia e l’abbia trasportata improvvisamente qua in Romagna per una villeggiatura. Breve, spero.
Da 4 giorni siamo sommersi di neve, che continua a cadere più o meno copiosamente durante la giornata… risultato: un gelo gelidissimo, una coltre di panna montata che ricopre ogni cosa – dovreste vedere che effetto fanno le rotonde! – e tanta noia dovuta alla clausura forzata.

Risultato? Dopo tre giorni in cui avevo una gran voglia di spezzatino con la polenta, cibo anti-freddo ideale, finalmente l’abbiamo preparato.

Se anche voi siete nella mia stessa situazione – o anche no… insomma, se vi capita di avere questa voglia, ecco la ricetta.

Ingredienti per 3/4 persone:
6 hg di spezzatino di manzo
1 carota
mezza cipolla
passata (o polpa) di pomodoro
mezzo bicchiere di vino rosso
sale
olio
una confezione di polenta istantanea (lo so, lo so, si dovrebbe usare la polenta “vera”… ma in casa c’era questa, che è comunque buona… e poi, W la praticità!)

Procedimento:
Tritate grossolanamente la carota e la cipolla, poi rosolatele in una pentola in un goccio d’olio. Quando la cipolla sarà dorata, aggiungete i bocconcini di carne e rosolate anche quelli.

Quando saranno ben sigillati, aggiungete il vino rosso e fatelo evaporare a fuoco alto. Dopo di che, abbassate la fiamma, coprite la carne con la salsa di pomodoro e salatela.

Mettete il coperchio sulla pentola e lasciate cuocere a fuoco basso per circa tre quarti d’ora (meno se i bocconcini sono molto piccoli), mescolando di tanto in tanto ed aggiungendo acqua calda se il pomodoro dovesse asciugarsi troppo.

Intanto che la carne cuoce, in un’altra pentola versate l’acqua salata con cui preparerete la polenta. Se volete che risulti liquida, mettete circa 1.8 l di acqua per mezzo kg di polenta, altrimenti diminuite la quantità di acqua. Quando l’acqua inizierà a bollire, versate a pioggia la farina e mischiate con un cucchiaio di legno sempre nello stesso senso, per circa 8 minuti.

Servite in piatti fondi qualche cucchiaiata di polenta e di spezzatino, abbondando con il sugo. L’impiattamento è rustico e poco ricercato, è vero, ma secondo me è la cosa migliore per una pietanza del genere che dev’essere più sostanziosa e saporita che bella!

Se vi avanza della polenta, potete “riciclarla” il giorno dopo, mettendola in una teglia e ricoprendola di formaggi… lasciatela in forno qualche minuto e sentirete che bontà!

Con questi piatti dovreste essere riusciti a sconfiggere il freddo… almeno per qualche ora!

One Comment Add yours

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...