Muffin “dietetici” in fuga!

Oggi non sapevo bene che titolo scegliere per questo post… a differenza del solito, me ne sono venuti in mente tanti, tipo Muffin explosion, Hyppomuffin dietetici o anche solo Brutti ma buoni.
Perchè sti nomi strani, vi chiederete voi?
1) Perchè ho fatto dei muffin.
2) Perchè sono dietetici, o per lo meno ipocalorici (stando alla ricetta che ho trovato in internet e ho rielaborato, ogni muffin dovrebbe avere circa 180 calorie).
3) Soprattutto, perchè quando li ho sfornati ho notato un curioso fenomeno: erano tutti esplosi, come se l’impasto avesse provato a fuggire dai pirottini… ma con una logica: tutti avevano tentato la fuga nella stessa direzione! Tanto che, poi, la forma finale delle tortine ricordava tantissimo quella di un ippopotamo che emerge dall’acqua. Credo che la colpa sia stata del forno ventilato (sì, lo so che i dolci andrebbero cotti in forno statico, ma nel mio ho sempre usato il ventilato perchè è l’unico modo per scaldarlo bene tutto… e non ho mai avuto problemi): evidentemente l’impasto era talmente morbido che l’arietta calda l’ha soffiato fuori dai pirottini. Però preferisco pensare che i muffin, per qualche strano motivo, abbiano organizzato la rivolta e tentato la fuga! 😀

Come dicevo, ho preso una ricetta trovata in un blog americano (cercata perchè avevo uno yogurt in scadenza da utilizzare) e l’ho un po’ rielaborata, non tanto per questioni tecniche ma per motivi meno “nobili”: semplicemente, ho fatto con quello che avevo in casa, modificando leggermente alcune dosi o ingredienti.

Il risultato comunque è buono: sono muffin poco dolci, leggeri, perfetti per la colazione ma anche come merenda. La consistenza è un po’ diversa da quella “classica” dei muffin, un pelino più asciutta, perchè in questi non c’è burro. In più c’è lo sciroppo d’acero, che dà una leggerissima gommosità.

Questa è stata anche la prima ricetta in cui ho finalmente misurato gli ingredienti in tazze e cucchiaini/cucchiai, senza convertirli in grammi. Per la questione delle tazze, ne ho “costruita” una usando un bicchiere trasparente in cui ho segnato una tacca dopo averlo riempito con 235 ml di acqua (=1 cup, per l’appunto).

Ecco come fare per preparare 12 di questi muffin, che non contengono nè burro nè zucchero.

Ingredienti:
2 tazze di farina 00
1 cucchiaino di lievito vanigliato
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale
125 g di yogurt bianco
2 uova
2 cucchiai di olio d’oliva
1/2 tazza di latte
1/3 tazza di sciroppo d’acero
75 g di cioccolata al latte col riso soffiato (ho fatto l’esperimento usando questa, era l’unica che avevo in casa!)

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 180°… statico!!! 😀 O, se avete un forno che necessita di essere ventilato per cuocere bene, abbiate l’accortezza di coprire la parte superiore con una teglia durante la cottura.
In un recipiente mischiate gli ingredienti secchi (farina, lievito, bicarbonato, sale) e in un altro quelli umidi (yogurt, uova, olio, latte, sciroppo d’acero), sbattendoli bene con una forchetta.


Il passaggio successivo consiste nel versare il composto liquido in quello secco. Mischiate con un cucchiaio di legno cercando di eliminare i grumi di farina (anche se qua e là ho letto che i grumi, nei muffin, non sono un problema… anzi, pare che sia giusto che ce ne siano).


A questo punto tritate grossolanamente la cioccolata ed aggiungetela all’impasto, mescolandola poi bene.
Nella placca da muffin, inserite i 12 pirottini (vanno bene sia quelli di carta che quelli di silicone) e riempiteli fin quasi all’orlo con l’impasto.


Cuocete in forno a 180° per 15/20 minuti (fate come sempre la prova stecchino per testare la cottura), dopo di che lasciate raffreddare la placca prima di estrarre i muffin.

Il risultato, oltre ad avermi fatto molto ridere, mi ha soddisfatto… certo, non sono dolci stragoduriosi, ma sono buoni e basta pensare all’assenza di burro e zucchero per placare un pochino i sensi di colpa per il peccato di gola commesso.
In ogni caso, per colazione sono davvero perfetti e vi dirò: a me sono piaciuti più il giorno dopo che appena sfornati.

Se li provate, fatemi sapere che ve ne pare… e soprattutto se anche i vostri hanno tentato la fuga! 😀

3 Comments Add yours

  1. arielfoodie ha detto:

    Edi ce n’è rimasto solo uno e la mamma ha già detto che domattina a colazione vuole rubarmelo! (ma io tanto ho i tortelli della Rita per consolarmi)

    Eheheh Sere vedi? Che opere d’arte si creano col forno ventilato!!! 😀

    Mi piace

  2. Lo Sfizio Goloso ha detto:

    Hahahahah la magia del forno ventilato! Eh sì tesoro, prima o poi ci siamo passati tutti….pure io mi sono fatta una bella risata con Emma, noi non avevamo gli ippopotami ma la torre di Pisa ed alcuni erano dei vulcani con tanto di lava strabordata! 😀

    Mi piace

  3. Edi ha detto:

    Ma sono simpaticissimi! Quando si dice che il difetto crea bellezza …. Slurp. Ne sono avanzati?

    Mi piace

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...