Ristorante ‘Il Palazzo’ @ S. Agata Feltria – anche senza glutine!

Da quanto tempo volevo recensire questo ristorante!!!
Per me e la mia famiglia è una tappa gastronomica obbligata da anni: ci andiamo almeno una volta all’anno e ogni tanto anche due.
Non esagero se dico che probabilmente è il mio ristorante preferito in assoluto… non mi ha mai deluso nemmeno minimamente, ed ogni volta mi stupisco della bontà di ciò che mangio!

Ebbene sì... c'è stata una nevicata il giorno di Pasqua!

Il locale è immerso nelle colline attorno a S. Agata Feltria, in località Palazzo – non per niente si chiama “Il Palazzo”. Gli interni sono stati rinnovati recentemente ed ora hanno uno stile un po’ più moderno ed elegante rispetto a prima, mentre fuori c’è una piccola terrazza che si affaccia sulla valle ed offre una vista che rasserena.

Il cibo è di qualità eccelsa, davvero. Mai mangiato così bene in altri ristoranti, e come dicevo prima non ci ha mai, mai, mai deluso. Le loro specialità sono i piatti a base di porcini, prugnoli e tartufo (il mio adoratissimo tartufo!): alcuni piatti sono “fissi” e si possono trovare tutto l’anno, altri variano in base ai prodotti stagionali. La pasta è fatta in casa, e non solo: siccome una delle mie zie non può mangiare le uova, 0gni volta preparano dei primi piatti appositamente per lei… stavolta si sono superati: le hanno preparato esattamente lo stesso tris di minestre (tutte fatte a mano) che abbiamo mangiato noi, ma senza traccia di uovo – guardare la foto per credere!

Il servizio è di una cordialità unica – la nostra famiglia, quando si riunisce, dà il “meglio di sè”… ma loro ci hanno sempre sopportato ed hanno sempre mantenuto un solarissimo sorriso sulle labbra! Sono veramente carini, disponibili e veloci, anche quando il ristorante è strapieno.

Fatto questo preambolo, voglio deliziarvi con le fotografie del nostro menu di ieri… e sappiate che io, dopo essermi abbondantemente (molto abbondantemente) pasciuta a pranzo, quando ho guardato le foto verso le 20 ho avuto il coraggio di voler ricominciare immediatamente da capo, dagli antipasti! Sì, perchè un’altra cosa bella di questo posto è che, per quanto tu possa mangiare, alla fine non sei appesantito… pieno sì, ma non con quella sensazione di “peso sullo stomaco” che non va via nemmeno sorseggiando un litro di diger selz. Tanto che, appunto, dopo poche ore saresti pronto a ricominciare… lo so, sono troppo golosa! 😀

Bene, ed ora diamo inizio alle danze: ecco il nostro menu di Pasquetta al ristorante Il Palazzo!

Antipasti:

Crostini misti

Insalatina di indivia belga, noci e formaggio di fossa (Buoooona, da copiare assolutamente!)

Fagioli cannellini coi porcini

Crescioncini ripieni di formaggio filante e tartufo (Cioè. Cioè. Parliamone! Voi non potete immaginare quanto siano buoni… per poter dire di aver vissuto una vita degna di tale nome, bisogna averli assaggiati almeno una volta.)

Primi piatti:

Tagliolini con strigoli e prugnoli (Piacevolissima sorpresa!!!)

Cappelli d’alpino con porcini (E chevvelodicoaffà.)

Ma soprattutto: Ripiegati al tartufo… dalla maggior parte della famiglia, sono considerati il piatto forte. Di solito in effetti ce ne cibiamo in modo particolarmente abbondante! Sono spalati, che in Romagna vuol dire qualcosa tipo “stratosferici e indescrivibili”… in pratica si tratta di raviolini triangolari con ripieno di ricotta, ricoperti da una spolverata abbondante di tartufo fresco… devo aggiungere altro?!

Secondi piatti:

Costine d’agnello alle erbe aromatiche (A me l’agnello solitamente non piace, ma questo era veramente tanto, ma tanto, ma tanto buono. Tenterò di replicare il trito di erbe!)

Tagliata al tartufo (Per quanto mi riguarda, e per quanto adori tutti gli altri piatti – soprattutto quelli a base di tartufo – è questo il top del top. Anche oggi, la tagliata era spettacolare: cotta/cruda al punto giusto, tenerissima tanto da sciogliersi in bocca, condita perfettamente e con tanto tartufo sbriciolato sopra. Ne avrei mangiata una montagna! Un giorno dovrei andare lì e mangiare solo quella…)

Contorni:

Spinaci al tartufo

Patatine e porcini fritti (Attenzione, perchè questi porcini fritti creano dipendenza: per quanto siate pieni – essendo ormai giunti alla fine del pasto –  sono talmente saporiti e croccanti che non riuscirete a smettere di mangiarli!)

Dolci:

Bavarese al caffè con ciuffetto di panna

Mascarpone con mandorle caramellate (Sluuuuurp!)

Semifreddo allo zabaione e torroncino – mi pare (a quel punto ero un po’ stordita e avrei voluto spolverare tartufo anche sui dolci)

Bevande: acqua, vino della casa a volontà (rosso e bianco frizzante, entrambi ottimi), poi noi abbiamo chiesto anche una bottiglia di spumante dolce… e alla fine ci hanno portato i digestivi: limoncello, bananino, grappa e liquore alla liquirizia.

“Eh va beh, ma con tutto questo ben di Dio si spenderà un sacco di soldi!” – direte voi… e invece no! L’altro punto a favore di questo ristorante, se già non ce ne fossero abbastanza, è che il conto non è affatto salato come si potrebbe temere… con una trentina di euro a testa, avrete tutto ciò che vi ho appena descritto.

C’è anche un punto a loro sfavore, però: sono troppo lontani da casa mia! Se solo abitassi più vicina, ci andrei decisamente più spesso… anche se, a pensarci bene, la distanza è positiva se non altro per la mia linea (già curviforme di suo). 😀

AGGIORNAMENTO:
Da un paio d’anni a questa parte, su richiesta, riescono a proporre TUTTO il loro menu anche in versione senza glutine!!! Provate, fidatevi…

Che dite, vi ho convinto a fare un salto sulle colline riminesi? Vi ci accompagno ioooo! 🙂

6 Comments Add yours

  1. La cucina di Elena ha detto:

    I miei genitori hanno degli amici di vecchissima data che abitano a Forlì. Quando ero piccola ed andavamo a trovarli, il momento che attendevo con + gioia era quello del crescione con lo squacquerone con la rucola.. Che gola a vedermelo fotografato!!!! Devo dire al mio boss numero due (quello numero uno è di Scandicci), che è di Rimini, se lunedì, quando torna a Firenze, me ne porta un vassoino… O sennò convinco il mi’ marito a fare 2 ore di macchina e andare a Predappio, da Antichi Sapori Anni 30 a fare incetta di crescioni e piade da custodire in freezer… Punto x la seconda che il boss numero due non è affidabile come il numero uno…

    Mi piace

    1. arielfoodie ha detto:

      Ripeto: se tu e tuo marito volete fare un salto in Romagna, anche solo per un weekend, vi faccio VOLENTIERISSIMO da “cicerona culinaria”… mi dareste sicuramente una gran soddisfazione!
      C’è da dire che i crescioncini mangiati in questo ristorante sono abbastanza diversi dalla classica piadina con squacquerone e rucola… quella è bella grossa (almeno qui a Ravenna) e grande, questi invece sono piccoli ed hanno un impasto sottilissimo… ma guarda, lo dico qui perchè lo leggi solo tu 😛 (fingo che sia così): detto fra noi, sono proprio orgasmici!

      Mi piace

      1. La cucina di Elena ha detto:

        Tesoro, non mi parrebbe il vero!!! Solo che mio marito è autista di pullman granturismo e quasi tutti i fine settimana è via, anche per + giorni. Ma ci posso venire da sola a trovarti a Ravenna un fine settimana??? Mi faccio una bella visita ai mosaici bizantini, poi mi porti a mangiare in qualche posticino buono!!!C’è il Best Western Bisanzio a Ravenna (io lavoro in un Hotel della catena a Firenze), mi prendo la tariffa Best Friends e te mi fai da cicerone culinario!!! Ovvio che quando e se vuoi venire a Firenze, dormi nel mio Hotel!!! Senza obblighi eh! Se ti va si combina!!!

        Mi piace

      2. arielfoodie ha detto:

        Ma certo che puoi venire anche da sola! Magari verso la bella stagione, così si potrà andare anche verso la riviera a mangiare il pesce… basta organizzarsi e si può far tutto! 🙂

        Mi piace

  2. Uncle Albert ha detto:

    Condivido per spirito di corpo, anche se non ci sono mai venuto; poi come non farlo dopo aver letto la recensione di Ari !

    Mi piace

  3. Edi ha detto:

    Io posso confermare tutto adesclusione della ciccia che non mangio x scelta. Ma tanto per dire io al posto della tagliata mi sono ripresa un pó di ripiegati…. Lova!

    Mi piace

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...