Zuppa di cavolo nero con crostini di pane con lievito madre e farina di kamut

il

Che le verdure a foglia verde facciano bene ormai credo lo sappiamo tutti… il cavolo nero è particolarmente ricco di vitamine (A e C), acido folico e potassio – in più ha un bassissimo contenuto calorico. Insomma è uno di quei vegetali che vengono considerati “antitumorali” perchè aiutano a proteggere l’organismo…

Cavolo nero e verza
A me tutti i cavoli, cavolini, cavolfiori, ortaggi a foglia verde vari ed eventuali piacciono un sacco, e da tempo avevo adocchiato gli enormi cavoli neri che mia zia aveva nell’orto.
E così ho deciso di prepararmi una bella zuppa piena di gusto e di principi nutritivi… abbinandola ad un pane che adoro, quello di kamut fatto col lievito madre, che compro alla Delizia.

Zuppa impiattata dall'alto

Come vedete, le dosi degli ingredienti non le ho fissate… dipende un po’ dai vostri gusti, e comunque penso che sia meglio abbondare in questo caso! Mal che vada avrete già il pranzo pronto per il giorno dopo… 😉

Ingredienti:
carota
cipolla
timo
cavolo nero
fagioli cannellini
brodo vegetale
olio
pane di kamut con lievito madre

Procedimento:

Soffritto e cannellini
Fate un soffritto con olio, carota e cipolla ed aggiungete poi i fagioli cannellini a rosolare. Io ho usato quelli già pronti in lattina, ma ovviamente se li avete secchi potete ammollarli, lessarli e poi usare quelli (anzi, ben vengano)! Spezzettate poi i rametti di timo e continuate ad insaporire. Nel frattempo, scaldate in un’altra pentola l’acqua nella quale preparerete il brodo vegetale (con delle verdure oppure con un buon preparato biologico e senza glutammato).

Cavolo nero in pentola
Nella pentola del soffritto, fate entrare (con la forza nel mio caso, vista la quantità 😀 ) il cavolo nero tagliato a striscioline sottili – a cui avrete tolto le coste più dure e legnose.
Lasciate insaporire un pochino poi iniziate ad aggiungere il brodo vegetale, in modo da mantenere il tutto ben bagnato, e fate cuocere a fuoco basso, col coperchio, per circa 50 minuti.
Alla fine impiattate così nature, con un filo d’olio extra vergine d’oliva a crudo, una spolverata di parmigiano grattato per chi la volesse, e qualche fetta di pane di kamut tostata.

Zuppa impiattata

Una zuppa facilissima da preparare, leggera, iper salutare, gustosa, calda e preparata con verdure di stagione… l’ideale per questo periodo così freddino ed uggioso, in cui non si aspetta altro che l’inizio della primavera. E in cui bisogna anche bilanciare i fritti di carnevale che di sicuro prima o dopo si ingeriscono 😉

Buon cavolo nero a tutti!

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...