Brazadèla (ciambella romagnola)

Sabato sera avevo in programma una cena con ragazzi provenienti da tutto il mondo. Ognuno avrebbe dovuto portare qualcosa di tipico della sua zona… un paio di mesi fa, in un’occasione simile, avevo preparato la piadina, stavolta invece ho proposto di portare un dessert e, indecisa fra la zuppa inglese e la ciambella, ho scelto quest’ultima.

La Pavlova neozelandese, la zuppa inglese e la mia ciambella romagnole, e i coccodrilli alla vodka... internazionali!
La Pavlova neozelandese, la zuppa inglese e la mia ciambella romagnole, e i coccodrilli alla vodka… internazionali!

La nostra ciambella tipica, in dialetto brazadèla, non ha niente a che vedere con la classica ciambella col buco… è piuttosto un panetto di impasto sodo, che viene ricoperto di zucchero e, una volta cotto, tagliato a fette sottili.
I bambini la inzuppano nel latte a colazione, gli adulti invece preferiscono il vino… un bell’Albana dolce, ad esempio.
E’ un po’ il corrispettivo romagnolo del cantuccino toscano, anche se con alcune – anche grosse – differenze.

E’ un dolce che noi siamo abituati a mangiare fin da bambini… tutte le nonne romagnole hanno sempre preparato (e credo sempre prepareranno) la ciambella per i loro nipoti! La si trova ad ogni festa di paese, non manca davvero mai!
E, nonostante ciò, non l’avevo mai preparata prima… male, molto male!
Ho gironzolato sul web in cerca di una ricetta che mi convincesse, che fosse proprio “quella vera”, ed ho trovato questa, che ho adottato cambiandola solo leggermente e – visti i risultati – userò ogni volta che vorrò preparare una brazadèla!

Ciambella dall'alto

Ingredienti:
500 g di farina 00
50 g di fecola di patate
1 bustina di lievito vanigliato
150 g di burro a temperatura ambiente
2 uova
100 ml di latte
160 g di zucchero semolato
1 bicchierino di rum
un pizzico di sale

Procedimento:
Sul tagliere di legno, disponete a fontana la farina mischiata al lievito. All’interno del “buco” mettete il burro a pezzetti ed iniziate a lavorarlo a mano con la farina in modo da ottenere delle briciole.

Ingredienti
Unite poi lo zucchero e mischiate, sempre a mano. Riformate la fontana e versate all’interno le due uova, il rum, il latte e il pizzico di sale, dopo di che impastate a mano lavorando fino ad ottenere una consistenza simile a quella della pastafrolla – resta solo più morbida e lievemente più appiccicosa.

Panetto di impasto
A questo punto dividete l’impasto in due panetti e disponeteli su delle teglie ricoperte di carta forno. Date alla ciambella una forma lunga ed appiattita, poi cospargetela di zucchero semolato e granella di zucchero (se volete che la granella resti ben attaccata all’impasto allora evitate lo zucchero semolato e spennellate la ciambella con un uovo).

Ciambella pronta per essere cotta
Cuocete in forno preriscaldato a 170° per circa mezz’ora (controllate la cottura di tanto in tanto, perchè dipenderà molto dalla grandezza delle vostre ciambelle).

Se non vi piace il rum, potete sostituirlo con un bicchierino di limoncello, oppure se volete evitare la componente alcolica potete aromatizzare la vostra ciambella con la scorza grattugiata di un limone.

Per quanto io sia un’amante dell'”appena sfornato”, ammetto che questa ciambella va mangiata fredda… nei modi che vi ho indicato sopra! Oppure, se volete esulare dalla tradizione e siete proprio dei golosi stratosferici, potete anche provare a spalmare la Nutella su una fetta di ciambella… che fa anche rima. 😀

Ciambella appena sfornata

Non fatevi ingannare dalla parte esterna, che vi potrà sembrare secca. In realtà all’interno l’impasto resta compatto ma molto morbido, per niente secco. E rimane perfetta anche se la conservate per alcuni giorni!

Ciambella tagliata

Di sicuro è l’ideale per la colazione o la merenda… ma l’altra sera ho visto che è stata apprezzatissima anche come dessert a fine pasto! 😉

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. elisabettapendola ha detto:

    quanto vorrei farla…ma non posso assumere alcolici 😥

    Mi piace

    1. arielfoodie ha detto:

      Beh ma puoi farla tranquillamente senza rum!! 😉

      Mi piace

      1. elisabettapendola ha detto:

        Oh se la faccio!!! 😉

        Mi piace

      2. arielfoodie ha detto:

        Brava! Poi fammi sapere! 🙂

        Mi piace

    1. arielfoodie ha detto:

      Grazie mille, mi fa davvero strapiacere!!! 🙂
      E complimenti per il tuo blog!

      Mi piace

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...