Banana bread

on

Questo dolce era una di quelle voglie che mi portavo dietro da tempo… un giorno mi sono svegliata con un inspiegabile desiderio di banana bread, che è rimasto lì in sospeso fino a quando ho pensato di rovistare in internet in cerca di una ricetta che mi ispirasse.
Siccome i dolci che ho provato dopo averli visti su Volevo fare lo chef mi sono entrambi piaciuti così tanto, ho pensato di scartabellare nell’archivio di Alessandra… e infatti come pensavo c’ho trovato quello che desideravo! (e ho fatto pure la rima, tiè 😀 )

Ho cambiato un po’ la ricetta, diminuendo burro e zucchero e variando qualche ingrediente, e qui riporto la mia versione… che è fra l’altro “spice free”, nel senso che spesso i banana bread sono speziati ad esempio con cannella… ma essendo che io la odio ho ovviamente evitato di usarla.
Invece, è un dolce “salutare” grazie alla farina integrale, ricca di fibre, alle banane, che contengono potassio e alle noci, fonte preziosa di olii essenziali mono e polinsaturi (come i famosi Omega 3). Perfetto per colazione e merenda, ad esempio!

Banana bread

Ecco qua la ricetta, facilissima… come piace a me che ho poca pazienza per le cose complicate!

Ingredienti:
100 g di burro
1 uovo
50 g di zucchero
2 cucchiai di miele
80 g di farina 00
80 g di farina integrale
40 g di amido di riso
1 bustina di lievito vanigliato
2 banane mature
una manciata di noci (meglio le pecan, se le trovate) – sostituibili con gocce di cioccolato per i più golosi!

Procedimento:
Per prima cosa sciogliete il burro tenendolo nel microonde per 1 minuto e mezzo a 600W, poi lasciatelo raffreddare prima di usarlo.

Ingredienti
Con le fruste elettriche, sbattete l’uovo, lo zucchero e il miele fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Quando il burro si sarà ben raffreddato, unitelo a questo composto.
Intanto, in un recipiente mischiate le farine, l’amido e il lievito. In un altro, schiacciate le due banane con una forchetta, riducendole in poltiglia.

Impasto
Unite le farine al composto di uova, zucchero e burro e mischiate bene, poi aggiungete le banane schiacciate e le noci (spezzettate leggermente) e continuate ad amalgamare.

Banana bread pronto per essere infornato
Versate l’impasto in uno stampo da plumcake e cuocete in forno preriscaldato per circa 40 minuti… io, siccome la prima volta l’ho leggermente sbruciacchiato sull’esterno, ho perfezionato la cottura in questo modo: la prima mezz’ora a 180°, i restanti 10 minuti ho abbassato circa a 160° – sempre utilizzando il forno ventilato, in modo che l’impasto si asciugasse bene. Probabilmente chi utilizza uno stampo non in silicone avrà meno problemi di cottura…

Banana bread dall'alto

Il profumo di questo dolce invaderà ogni stanza della vostra casa… ha un aroma delizioso!
Come al solito, a me piace mangiarlo quando è ancora tiepido… non mi faccio mai mancare questa goduria!
Ma siccome questo è un bread perfetto per la colazione, ho colto il consiglio di Alessandra che giro anche a voi: dopo il primo giorno, conservatelo in frigorifero (la presenza delle banane rende l’impasto molto umido e al fresco si conserva meglio), poi la mattina, per colazione, tostatene un paio di fette… vedrete con che sorrisone inizierete la giornata! Si sprigionerà di nuovo tutto il profumo del dolce, e si formerà quella crosticina che io personalmente adoro… e ovviamente l’altro plus è che potrete mangiarlo caldo, ogni volta che vorrete. Garantisco che è una colazione che resusciterebbe anche i morti! 🙂

Banana bread tostato

Questo dolce è stato davvero una piacevolissima scoperta… sia per me che per quelli che l’hanno assaggiato!
Ho già in mente di sperimentarne una versione che contenga il burro di arachidi… lo so che sembra schifoso detto così, ma secondo me potrebbe riservare delle sorprese! Vi tengo aggiornati… anzi, se per caso aveste una buona ricetta da suggerirmi, fate pure. 😉

Banana bread tagliato

Buon banana bread a tutti!

5 Comments Add yours

  1. Alessandra ha detto:

    Ha proprio un aspetto meraviglioso!
    Io le banane le mangio anche al naturale, ma confesso che nel banana bread sono tutta un’altra cosa! La tua idea di usare il burro di arachidi mi piace molto e credo che mettendo del cioccolato fondente (magari al 70%) al posto delle noci il gusto possa essere piacevolmente equilibrato! 🙂 baci

    Mi piace

    1. arielfoodie ha detto:

      Esatto, le banane negli impasti sono veramente spettacolari… molto meglio che mangiate al naturale, secondo me! 🙂

      Per la versione al burro d’arachidi sì, forse converrebbe “bilanciarlo” con del cioccolato fondente… peccato che io non possa più mangiare cioccolato e me lo conceda solo in rarissime occasioni :/ quindi semplicemente credo ometterò le noci, e via!

      Mi piace

  2. la Greg ha detto:

    l’ho preparato anche io qualche settimana fa seguendo una ricetta americana…una piacevolissima sorpresa considerato che non vado proprio matta di banane (anzi non le mangio affatto)…lo rifarò presto
    ciao
    Silvia
    http://lagreg.wordpress.com/2013/04/06/the-best-banana-bread-ever-e-promessa-mantenuta/

    Mi piace

    1. arielfoodie ha detto:

      Infatti anch’io di solito le banane non le mangio, ma ho scoperto che negli impasti sono fantastiche! 🙂
      Ora vado a sbirciare la tua ricetta…

      Mi piace

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...