Delicatezza alla mela

on

Questa ricettina l’ho rubata a Sergio Barzetti… non so se lo conoscete, è uno dei maestri di cucina della Prova del Cuoco e io lo adoro. Fa sempre ricette “semplici ma non banali”, come le definisce giustamente lui, dando ottimi spunti da rubacchiare e rielaborare… fra l’altro ogni volta spiega molto bene le motivazioni di tutto ciò che fa e dà un sacco di trucchi da mettere in pratica quando si cucina. Insomma a me piace proprio!
Di solito si concentra sui primi o secondi piatti, ma l’altro giorno ha raccontato questa ricetta che già dal titolo mi ha ispirato da morire: come si può resistere ad una “delicatezza” alla mela? 🙂

Delicatezza

E allora eccomi qui, a replicarla subito cambiando qualcosina qua e là arrivando alla mia versione.
Pronti? Via! (scusate, sono ancora presa dall’atmosfera motociclistica delle gare di Superbike che ci sono state ieri!)

Ingredienti:
1 mela golden
2 uova
90 g di burro
180 g di ricotta di mucca
100 g di zucchero
80 g di farina di mandorle
100 g di farina 00
50 g di fecola
mezza bustina di lievito vanigliato
mezzo cucchiaino di bicarbonato
un pizzico di sale

Procedimento:

Ingredienti montati
Montate il burro (a temperatura ambiente) con lo zucchero, i rossi delle uova e un pizzico di sale. Quando sarà ben spumoso, unite la ricotta, le farine, la fecola, il lievito e il bicarbonato, amalgamando il tutto.
In un altro recipiente montate gli albumi a neve, poi incorporateli al resto del composto. Il saggio Barzetti, in trasmissione, ha detto una verità che ho sempre pensato… ma è la prima volta che la sento dire da addetti ai lavori, seguita da un suggerimento così semplice ma ben congegnato per ovviare al problema. Avete presente il fatto di dover incorporare gli albumi con un movimento dal basso verso l’alto? Ecco, quando il resto del composto è abbastanza compatto, questa operazione diventa alquanto frustrante e si finisce per mischiare tutto normalmente… Barzetti suggerisce quindi di mischiare normalmente una prima parte di albumi montati, in modo che comunque “alleggeriscano” il composto, dopo di che si potrà concludere incorporando il resto dal basso verso l’alto. Scaltro!
Fatto ciò, otterrete un composto abbastanza sodo (se lo è troppo, allungatelo con qualche cucchiaio di latte) che verserete in una tortiera foderata di carta forno.

Mela
A questo punto tagliate la mela golden in 16 spicchi e disponeteli a raggiera sull’impasto. Spolverate il tutto con zucchero semolato e cuocete, in forno preriscaldato, a 170° per 45 minuti.

Torta pronta per essere infornata

Potete servire la torta con una coulis di fragoline di bosco, di lamponi o con dei frutti di bosco freschi.

Devo dire che prima di infornare la torta ero un po’ titubante… avendola vista fare coi miei occhi in diretta da Sergio Barzetti, mi sono resa conto che l’aspetto della mia non era proprio uguale a quello della sua, e mi sono preoccupata per la sua riuscita.
Poi però ho visto che in cottura è cresciuta bene e alla fin fine aveva una gran bella faccia, anche se effettivamente diversa da quella preparata da lui.

Torta e viole

La sorpresa è stata all’assaggio… sorpresa in positivo, per fortuna! 🙂
E’ una torta dalla consistenza particolarmente morbida, non spugnosa ma “liscia” e… non so come dire, a me ricorda il velluto! Il sapore è delicatissimo grazie alla ricotta, che la rende quasi cremosa e la fa sciogliere in bocca. Pensavo si sentisse di più l’aroma delle mandorle, invece resta un po’ in sottofondo.
In ogni caso, il risultato finale rispecchia perfettamente il nome di “delicatezza alla mela”…

Fetta di torta

Barzetti in trasmissione diceva che questa torta è stata pensata per gli sportivi, perchè contiene la ricotta, poco burro, la frutta, le mandorle… quindi a livello nutrizionale è perfetta sia per la colazione che per la merenda!
E il suo gusto la rende ottima anche come dessert, magari in monoporzione da servire con una crema calda o con del cioccolato fuso…

Delicatezza dall'alto
Insomma, è un dolce che può soddisfare tutti i gusti, apparentemente comune ma in realtà molto raffinato… semplice ma non banale, come dice il suo creatore.
W Barzetti! 😀

3 Comments Add yours

  1. pachulli ha detto:

    ricetta molto interessante!
    io amo la torta di mele, di solito uso un’altra ricetta, ma questa mi piace davvero e proverò sicuramente a farla 🙂

    Mi piace

    1. arielfoodie ha detto:

      Anch’io di solito usavo un’altra ricetta… questa è proprio qualcosa di diverso, ti consiglio di provarla perchè merita davvero! Poi fammi sapere se ti è piaciuta 🙂

      Mi piace

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...