Pizza senza glutine con Bezgluten!

on

Oooh ed eccoci arrivati a uno dei cibi a mio parere più goduriosi che ci siano: la pizza!
Croce e delizia, oserei dire… fra farina, lievito, latticini, condimenti vari di sicuro non è un toccasana – almeno per i miei nuovi standard alimentari – però quando ci vuole ci vuole, e a volte ci vuole proprio fatta bene! Per esempio, di solito condisco la mia pizza con una marea di verdure, ma era da un po’ che avevo una voglia matta di pizza con speck e funghi porcini… allora ho approfittato del mix di farine Bezgluten appena arrivato e mi sono concessa questo lusso!

Pizza tonda prontaLa ricetta che vi do è più o meno la stessa che vale per le farine glutinose, nel nostro caso basta solo trovare un buon mix per ovviare alla mancanza di glutine e poi avere qualche accorgimento soprattutto durante la seconda parte della lavorazione, ma non è impossibile fare in casa una buona pizza anche per noi intolleranti!
Il mio ragazzo si diverte a sperimentare in questo campo, è lui l’addetto all’impasto… Dopo il corso di panificazione senza glutine che abbiamo seguito, tenuto dallo chef Marco Scaglione, abbiamo voluto riprovare seguendo i suoi consigli relativi alla lavorazione… possiamo migliorare ma sono stati suggerimenti utili!
Negli ultimi mesi, comunque, parecchie volte ci siamo goduti una buona pizza casalinga, apprezzata anche da lui che il glutine lo mangia eccome.

Ecco allora come fare…

Ingredienti (per circa 5 persone – o per fare la scorta di pizza da surgelare!):
500 g di Farina per dolci e salati Bezgluten (che, per vostra informazione, è anche senza lattosio e senza uova)
400 ml di acqua a temperatura ambiente
7 g di lievito di birra secco (o 16 g di quello fresco)
4 cucchiai di olio
1 cucchiaino di miele o zucchero
1 pizzico di sale
farina di riso o mais finissima q.b.

Procedimento:
Versate l’acqua in un recipiente e scioglietevi dentro il lievito e il cucchiaino di zucchero o miele.
Mettete la farina in una ciotola capiente e versatevi sopra tutta l’acqua. Con una mano iniziate a schiacciare farina e liquido, aprendo e chiudendo le dita come se voleste afferrarli nel pugno. Quando iniziano ad amalgamarsi, aggiungete l’olio e il sale e continuate questo movimento finchè la farina avrà assorbito tutta l’acqua. L’impasto potrebbe risultare colloso: potete aggiungere un po’ di mix ma ricordatevi che deve rimanere molto umido, più di quello della pizza tradizionale, quindi non dovete rischiare di indurirlo aggiungendo troppa farina altrimenti non lieviterebbe a dovere.
Una volta preparato l’impasto, inumiditene la superficie e mettetelo a lievitare in un luogo dove ci siano circa 20/22°, coprendo il recipiente con la pellicola trasparente.

Impasto e farinaAspettate almeno un paio d’ore – ma anche 3 o 4 – e riprendetelo in mano… il nostro è aumentato almeno del doppio rispetto al volume iniziale!
A questo punto è ora di stenderlo, e quello che vi consiglio è di farlo direttamente nella teglia in cui lo cuocerete.

Pallina di pizzaCospargetela di farina di riso o farina di mais finissima e adagiatevi sopra una palla di impasto (la quantità varia in base alla grandezza della teglia, io vado a occhio). Con altra farina “stacca pizza”, manovrate l’impasto schiacciandolo con le dita dal centro verso i bordi della teglia, senza assottigliarlo troppo e cercando di non far uscire tutta l’aria che ha incorporato. Dopo averlo steso, è necessario far lievitare l’impasto per un’ulteriore ora, magari massaggiandolo con un filo d’olio o coprendolo con un panno umido.
Finalmente, dopo un’ora è giunto il momento di cuocere la pizza, ma non tutta in una volta!

Pizza stesa col pomodoro Cospargete il vostro impasto di salsa di pomodoro – la mia era fatta in casa, aromatizzata con basilico e origano – e cuocete in forno statico preriscaldato a 200° per circa 10 minuti. Dopo di che, estraete dal forno e condite la pizza coi vostri ingredienti preferiti. Noi, in questo caso, abbiamo optato per porcini sott’olio, speck, crema tartufata e mozzarella di bufala da una parte e peperoni arrostiti, salame piccante e gorgonzola dall’altra.

Pizza col condimentoOppure, nella pizza tonda, io ho scelto un abbinamento più light con carciofini, pomodori secchi sott’olio e la mia amata bufala, mentre il mio ragazzo ha continuato con speck, gorgonzola e porcini. L’ultima teglia, che non ho fotografato, l’ho farcita solo con mozzarella di bufala e l’ho surgelata per avere sempre una scorta di buona pizza pronta da gustare!
Dopo aver aggiunto la farcitura, continuate la cottura per circa altri 7 minuti, sempre in forno statico a 200°.

Pizza col condimento tonda
Ora non resta che sfornare la pizza e addentarla con l’acquolina in bocca!

Che dire della farina Bezgluten? Intanto che, come ho avuto modo di sperimentare anche in altre preparazioni di cui vi parlerò, lievita benissimo! Gli impasti crescono a meraviglia e la consistenza al momento dell’assaggio è ottima… oserei dire che non sembra nemmeno tanto una preparazione senza glutine! Per quanto riguarda la pizza nello specifico, vi suggerisco di non stenderla troppo sottile… rende di più se la lasciate di mezzo centimetro almeno: resta più morbida e sostiene meglio la farcitura. Il bordo non si è dorato più di tanto ma era piacevolmente croccante. In più, l’impasto è rimasto molto godibile anche il giorno dopo, quando ho riscaldato gli avanzi! Il che fa sempre piacere…
Insomma, dopo il plumcake all’albicocca, ho approvato anche la farina per dolci e salati, e ve ne parlerò ancora.

Pizza prontaIntanto, vi auguro una che la vostra settimana inizi al meglio… e il prossimo weekend: pizza senza glutine per tutti! 😉

6 Comments Add yours

  1. Missione Gusto ha detto:

    Buonissima!

    P.S. Ti abbiamo nominato per il LIEBSTER award sul nostro blog 🙂

    http://missionegusto.com/2015/03/15/liebster-award-2015/

    Mi piace

    1. arielfoodie ha detto:

      Grazie del commento e della nomination! 🙂

      Mi piace

  2. Alberto ha detto:

    Sento l’odore da casa mia…

    Mi piace

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...