Passatelli senza glutine con crema di cavolfiore e fonduta al tartufo

on

…e così ho provato anche i passatelli senza glutine!
Qualche settimana fa, con alcuni amici sono andata in un ristorante in collina dove servivano passatelli asciutti conditi in diversi modi, fra cui appunto con crema di cavolfiore e fonduta al tartufo. Il mio ragazzo li ha assaggiati con erbe e prosciutto ma non gli è bastato, così si è fissato con l’altro tipo di condimento e per una settimana non ha fatto altro che propormi di prepararli a pranzo, la domenica successiva. Io ero veramente poco fiduciosa, pensavo che il pangrattato senza glutine non avrebbe “retto” e che ci saremmo ritrovati con una pappetta informe di pane e parmigiano… e invece! Donna di poca fede che non sono altro, nonostante tutte le titubanze – anche in corso d’opera – i passatelli sono riusciti benissimo! Ok, sono un po’ pallidini magari, ma non si sono sbriciolati ed erano buoni, buoni, buoni! Fidatevi, è una gran soddisfazione…

Passatelli da vicinoLa ricetta l’ho presa un po’ qua (dalla mamma del mio ragazzo) e un po’ là (ovvero da quello che mi suggerivano i miei sensi mano a mano), e questo è il risultato.

Ingredienti (per circa 4 persone):
Per i passatelli
200 g di pangrattato senza glutine
200 g di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di mix di farine per pasta
4 uova + 1 albume
1 pizzico di noce moscata
Per la crema di cavolfiore
cavolfiore a piacere
brodo vegetale
1 foglia di alloro
Per la fonduta al tartufo
100 g di parmigiano
50 g di formaggio al tartufo
100 ml di latte
1 cucchiaino di farina di riso

Procedimento:

Cavolfiori in cotturaPartite dalla crema di cavolfiore: pulitelo, dividetelo in cimette (perché cuocia più in fretta), e immergetelo nel brodo vegetale – che deve coprire completamente il cavolo. Aggiungete la foglia di alloro e portate a ebollizione, poi lasciate sobbollire finchè il cavolo non sarà morbido. Una volta cotto, togliete la foglia di alloro e frullate con un minipimer. Se la crema dovesse risultare troppo liquida, riaccendete la fiamma e lasciate sobbollire per far evaporare l’acqua in eccesso, fino ad arrivare alla consistenza desiderata. Considerate che non deve essere un brodo!

Parmigiano, pangrattato e farinaPer i passatelli, versate tutti gli ingredienti secchi in una ciotola e impastate a mano, aggiungendo un uovo alla volta e incorporandolo bene. Credo che la quantità di uova necessarie dipenda molto da quanto è umido il vostro pane, per cui può essere che ve ne bastino meno o che ve ne servano di più rispetto a quelle che ho usato io… dovete valutare voi, affidandovi al vostro senso del tatto: la consistenza dell’impasto non deve essere troppo morbida – altrimenti si disferebbe nell’acqua di cottura – né troppo dura – altrimenti non riuscireste a “spremere” i passatelli – ma consistente!

Impasto passatelliFormate una bella palla e mettete a bollire l’acqua in cui li cuocerete (se volete potete anche cuocerli nel brodo, diventeranno ulteriormente saporiti).

Formaggi e latteIntanto che l’acqua si scalda, potete dedicarvi alla fonduta: versate in un pentolino il latte, il parmigiano grattugiato e il formaggio al tartufo tagliato a cubetti molto piccoli. Tenete il fuoco bassissimo e mischiate spesso, finchè i formaggi non si saranno sciolti. Se la fonduta dovesse risultare troppo liquida, come è capitato a me, aggiungete un cucchiaino di farina di riso e lasciate sul fuoco a rapprendere ancora un po’. Se invece dovessero formarsi dei grumi, passatela un secondo col frullatore a immersione e non preoccupatevi: sarà perfetta comunque!
Ooooh e finalmente l’acqua bolle! A questo punto che fare? Intanto salatela leggermente, poi prendete piccole pallotte di impasto e mettetele nello strumento apposito (una specie di schiacciapatate coi buchi più larghi).

Passatelli si tuffano nell'acquaPosizionatevi già sulla pentola e con tanto olio di gomito – o con l’aiuto dei vostri forzuti compagni o mariti – stringete i manici dell’attrezzo: vedrete uscire tanti bellissimi vermicelli! Una volta usciti completamente, tagliateli con un coltello e lasciateli tuffare liberamente nella pentola.
Saranno pronti in pochissimo tempo, giusto quello che serve perché tornino a galla. Raccoglieteli con una ramina o con un colino e scolateli bene, poi adagiateli sul piatto, su cui avrete precedentemente versato un mestolo abbondante di crema al cavolfiore. Infine, concludete l’opera con qualche cucchiaio di fonduta al tartufo e… beh, non resta che mangiarli!

Passatelli dall'altoCredetemi, l’aspetto è pallidino ma il sapore non lo è affatto. Sanno proprio di passatelli, di quelli buoni della nonna che si mangiavano da piccoli, e non vi accorgerete nemmeno che sono senza glutine!
Ovvio che sono comunque una bella bomba energetica… ci sono le uova, il parmigiano, il formaggio al tartufo… ma in fondo si vive una volta sola, e non sarà un dramma se per una domenica vi concederete un piatto del genere! Volete mettere la soddisfazione di sentire questo tripudio di sapori esplodervi in bocca? Il delicato cavolfiore, il pungente parmigiano, il cremoso formaggio e l’aromatico tartufo… ho l’acquolina in bocca solo a ripensarci.
Se non amate il cavolfiore ovviamente potete sostituirlo con un altro vegetale – piselli? carote? a voi la scelta. Lo stesso vale per il tartufo – ebbene sì, ho scoperto che ci sono persone che non amano quella meraviglia bitorzoluta per cui io sarei disposta a uccidere: se proprio non vi piace, potete scegliere un altro formaggio da aggiungere al parmigiano nella fonduta.

Passatelli impiattatiSicuramente, come dicevo, questo è un piatto energetico – l’ultimo retaggio di inverno (perdonatemi, l’ho pubblicato un po’ in ritardo)… diciamo che potete tenerlo in archivio e riproporlo appena torneranno i primi freddi autunno/invernali, vedrete che successo avrà! 😉

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...