Cotolette di cannellini con verdure al forno

il

Rieccomi, finalmente con un’altra ricetta salata!
Perché è facile dire che bisogna mangiare sano, preferire le proteine vegetali a quelle animali, scegliere cotture salutari, non farsi mancare verdure di tutti i colori, usare meno di questo e più di quello… ma poi, nella pratica quotidiana, è così semplice mettere in pratica tutto questo? La risposta è: sì, ma può non sembrarlo, soprattutto all’inizio.
Chi si avvicina ad un modo di nutrirsi “alternativo”, soprattutto se lo fa per questioni di benessere fisico più che etiche (lì le proprie forti convinzioni secondo me aiutano già di più), lo deve fare per piccoli passi, modificando un’abitudine alla volta… altrimenti rischia di abbandonare il tentativo ancora prima di iniziarlo davvero.
Per non parlare poi delle voglie. Quelle voglie di cibi buonissimi ma – chiaramente – ben poco salutari, che tenti di ignorare senza successo… e allora o cedi, o ti inventi un’alternativa soddisfacente, o la prendi in prestito.
Queste cotolette di cannellini potrebbero fare proprio al caso vostro, se vi trovate nella situazione che ho appena descritto. Io la ricetta l’ho presa in prestito da Marco Bianchi, voi potete prenderla da me e vi garantisco che vi piacerà!

Piatto dall'alto
E’ semplicissima, gustosa, versatile – potete sostituire coi legumi e gli aromi che preferite – e soddisfa l’occhio, il cervello, il palato e l’organismo. Meglio di così!

Ingredienti:
400 g di fagioli cannellini (o in scatola, ben sciacquati, o precedentemente lessati)
80 g di farina di ceci
80 g di Parmigiano grattugiato
pangrattato senza glutine q.b.
1 spicchio di aglio
peperoncino q.b.
1 manciata di prezzemolo
sale q.b.

Procedimento:

Cannellini e prezzemolo Versate i cannellini, il prezzemolo e lo spicchio d’aglio in un mixer, e riduceteli a purea. Aggiungete il Parmigiano, la farina di ceci, il peperoncino e amalgamate bene il tutto con l’aiuto di una forchetta. Alla fine, assaggiate l’impasto e aggiustate di sale se necessario.

ImpanaturaPrendete una pallina dell’impasto ottenuto e con le mani datele una forma ovale schiacciata… quella che ricorda la fettina di carne, insomma. Passatela nel pangrattato, poi adagiatela su una teglia ricoperta di carta forno. Fate lo stesso per tutto il resto dell’impasto.

Cotolette da infornareCuocetele in forno già caldo a 200° per circa 15 minuti, o comunque finché il pangrattato non sarà ben dorato.
Io le ho accompagnate con un contorno misto di verdure – pomodori gratinati (ovviamente con panatura senza glutine), melanzane, peperoni, peperoncini verdi piccanti e cipolla rossa – condite con varie erbe aromatiche fresche.

Verdure crudeInoltre, se vi piace il piccante potete preparare anche la salsina suggerita da Marco Bianchi: concentrato di pomodoro, paprika, peperoncino (o tabasco) e olio… mischiate il tutto ed è pronta!

Volendo, la versatilità di questa ricetta sta anche nella forma che potete dare all’impasto: invece che fare delle cotolette, potete optare per delle polpette – da servire sempre cotte al forno oppure anche al sugo, perché no – o per dei piccoli stick da utilizzare come finger food nei vostri aperitivi con gli amici.

Piatto di fiancoIl gusto non manca, ve lo garantisco, e nemmeno i nutrienti amici del nostro corpo: i fagioli aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo “cattivo”, contengono calcio e moltissime proteine, nonché fibre e vitamine. Devo continuare?
Già questo dovrebbe bastare a farvi capire che mangiare in modo diverso non solo si può, ma si dovrebbe proprio… non fatevi spaventare: provate e sia le vostre papille gustative che il vostro organismo vi ringrazieranno!

p.s.: Approfitto di questo post, in cui l’ho citato più di una volta, per fare gli auguri a Marco per la nascita della sua piccola Vivienne! 🙂

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Cinzia ha detto:

    ti lovvo sempre più!! ho come l’impressione che questa cotoletta piacerebbe molto al mio pupino poco incline alle verdure 🙂

    Liked by 1 persona

    1. arielfoodie ha detto:

      Provaleeeee e a questo punto prova anche le polpette di quinoa o i burger di lenticchie… mascheri le verdure e i legumi, inganni i biondini dagli occhi blu e vivete tutti felici e contenti! ;D

      Mi piace

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...