Fudge cake con barbatrucco!

il

La ricetta di oggi ha la faccia di una “banale” fudge cake… ma ormai lo sapete che a me le ricette “normali” non piacciono: amo sperimentare, cogliere suggerimenti qua e là e scegliere quello che fa bene a tutto il corpo, non solo al palato e alla pancia!
E quindi sì, ad una prima occhiata questa sembra una torta come tante altre… ma nasconde un ingrediente segreto, un barbatrucco! Per questo vi suggerisco di prepararla in occasione di una cena o una merenda fra amici… sarà divertente chiedere quale sia, secondo loro, questo segreto, ascoltare le risposte che daranno e osservare le loro facce stupite quando glielo svelerete! E’ esattamente così che ho fatto io… ci sono voluti un bel po’ di indizi prima che qualcuno indovinasse!

Torta di fianco L’ingrediente segreto, nascosto sotto questa coltre cioccolatosa, è nientepopòdimenoche… l’insolita barbabietola rossa!
Ebbene sì, un ortaggio in una torta… e che ortaggio! Lo sapevate che è una bomba di salute? Ricchissima di sali minerali, vitamine (A, C e B – in particolare B9, il famoso acido folico) e polifenoli – ha quindi effetto antiossidante e antinfiammatorio nei confronti dell’apparato digerente, è adatta per gli anemici e per chi ha problemi al fegato. E’ anche molto idratante e utile per depurare l’organismo! Fa bene a tutti, tranne a chi soffre di ipertensione o calcoli renali… in tal caso non abusatene. Ma, se non rientrate in queste categorie, e se in più fate parte del nutrito gruppo di donne con endometriosi, pcos o con altre malattie infiammatorie, andate alla scoperta di questa amica rosso intenso!
Potete partire proprio da questa ricetta, che è anche senza glutine, a basso contenuto di carboidrati, paleo… ma soprattutto golosa!

Ingredienti:
300 g di barbabietola rossa precotta
4 uova
70 g di miele
40 g di olio extravergine di oliva
30 g di cacao amaro in polvere
30 g di farina di cocco
8 g di lievito
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 cucchiaino di cannella
1 pizzico di sale
75 g di cioccolato fondente al 70%
100 ml di latte di cocco full fat (lo riconoscete guardando le calorie: deve averne più di 100 per 100 ml! Fate attenzione anche agli ingredienti: sceglietelo senza zuccheri aggiunti)

Procedimento:

Barbabietola nel mixerPrima di tutto, con un mixer, frullate la barbabietola tagliata a pezzi, le uova e l’olio, fino ad ottenere un composto liscio (e rosa!).Barbabietola frullataAggiungete 60 g di miele, la vaniglia, la cannella, il lievito e il pizzico di sale, poi azionate nuovamente il frullatore per pochi minuti. Infine aggiungete cacao e farina di cocco, continuando a mixare col robot. In poco tempo otterrete un impasto omogeneo, che potrete versare in uno stampo ricoperto di carta forno.

Impasto crudoCuocete in forno preriscaldato a 170° per circa 40 minuti e tenete presente che rimarrà umida… ma deve essere cotta!
Intanto che si raffredda, preparate la copertura mettendo cioccolato fondente, 10 g di miele e latte di cocco in una ciotola di vetro e sciogliendoli al microonde – io in questi casi imposto la potenza a 450w e faccio andare un minuto alla volta, mescolando a ogni pausa, finché tutto risulta liscio e ben amalgamato.
Quando la torta sarà fredda, potrete versarvi sopra questa glassa in modo uniforme – io ho abbondato, lo so, ma solo perché avevo fatto troppa glassa e volevo utilizzarne il più possibile!
Decorate con lamponi (anche più di questi, perché ci stanno benissimo) o con altri frutti a vostro piacimento.
Lasciate riposare in frigo per un paio d’ore, in modo che la glassa si rapprenda bene… e scusate se non ho foto di questa fase, ma quando sono uscita di casa avevo appena finito di prepararla, è stata nel frigo dei miei amici e del “post” non ci sono prove, ma vi garantisco che funziona! 😀

Ecco ottenuta la vostra fudge cake col barbatrucco…

Torta di lato

Prima di passare “alle conclusioni”, voglio spendere giusto due parole sul latte di cocco full fat: come dice la parola, non è certo povero di grassi… ma sono grassi a corta catena, benché saturi, per cui non causano problemi a livello cardiovascolare. Inoltre, favorisce il senso di sazietà – che non guasta mai, soprattutto per noi golosi – e aiuta a regolare il rilascio di zuccheri nel sangue – il che significa che aiuta a prevenire quei picchi glicemici che risultano dannosi non solo per i diabetici, ma anche per chi soffre di patologie infiammatorie.

Tutte queste informazioni, così come la ricetta, arrivano dalla sempre mitica Dott.ssa Arianna Rossoni, mamma di Alimentazione in Equilibrio. Non la ringrazierò mai abbastanza per tutto quello che sto imparando!

Che dire quindi del risultato finale, a livello di papille? Allora, il gusto del cioccolato è sicuramente quello preponderante… e non potrebbe essere altrimenti! E’ un dessert molto fondente, soprattutto la glassa che risulta poco dolce – chevvelodicoaffà, ormai. Nell’impasto della torta il retrogusto di barbabietola si sente, anche se è un qualcosa di indefinito che chi non conosce l’ingrediente segreto non riesce a decifrare… in generale è piaciuta a tutti – i miei si sono spazzolati gli avanzi, il giorno dopo – ma qualcuno non è stato convinto da quel sapore in sottofondo. Amen, non si può piacere al mondo intero! 🙂
Di sicuro è un esperimento da provare, anche perché ha talmente tanti aspetti positivi che quel rischio di trovare un amico a cui non piace è secondario…

Torta dall'alto

Stavolta sono proprio curiosa di vedere la vostra replica della ricetta, e di sapere cosa ne pensate! Vi aspetto… 🙂

Un commento Aggiungi il tuo

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...