Copenhagen senza glutine: 11 locali provati per voi (+ bonus)!

Quest’anno non ho festeggiato il Capodanno in modo canonico, ma l’ho fatto nel modo migliore che ci sia: preparando una valigia. Cena in solitaria, a letto senza aspettare la mezzanotte, sveglia presto l’1 gennaio e via col primo volo per Copenhagen!
Un viaggio che ho desiderato molto, per tanti motivi diversi ma soprattutto perché inaugurare il 2017 partendo da sola alla scoperta di una città che non conoscevo mi sembrava simboleggiare l’inizio perfetto – e così è stato!

collage-day-2

Magari vi parlerò più approfonditamente della città in un altro post, ma se c’è una cosa che posso fin da subito dire è che a Copenhagen ho mangiato veramente molto, ma molto bene! Mi ero preparata prima di partire, documentandomi e scrivendo un elenco dei locali che offrivano opzioni senza glutine (suggerimento: segnateli sulla mappa che userete, così vi salteranno subito all’occhio e potrete raggiungerli facilmente). Ne ho provati molti, ma ho anche scoperto nuove possibilità che non avevo nel mio “archivio”.
La sensazione che ho avuto è che quella città sia un paradiso per chi mangia positivo: le opzioni sane e gustose sono moltissime e vi sembrerà di trovarvi nel paese dei balocchi. Fra l’altro, ho l’impressione che la maggior parte dei ristoranti (e simili) siano ben informati sul senza glutine, e quindi possano venire incontro alle vostre esigenze con facilità.

In questo post vi parlerò della mia Copenhagen senza glutine, sperando di semplificare la vita a chi sta programmando un viaggetto nella capitale danese – ma sono sicura che a molti di voi verrà l’acquolina in bocca e la voglia di partire!

SOULS
souls
Ristorante vegano che può realizzare tutti i piatti anche in versione senza glutine. Aperto da mattina a sera, non chiude tardissimo ma è adatto anche per cena. La location (che non si trova in centro ma nel quartiere Osterbro, vicino alla stazione Nordhavn)  è veramente carina, minimal ma con una bella scritta “vegetale” sulla parete interna principale, luci soffuse e tavolini piccoli uno di fianco all’altro. Camerieri giovani, carini e disponibilissimi a venire incontro a ogni domanda, oltre che appassionati del loro lavoro e desiderosi di creare i prodotti al meglio possibile.
souls-burgerHo ordinato un hamburger messicano (abbastanza piccante!), con burger vegetale saporitissimo e pane nero senza glutine pieno di semini tostati, accompagnato da patate dolci fritte, qualche verdura cruda e una salsina tartufata in cui intingerle. Un piatto unico decisamente saziante (e io mangio tanto!) e davvero gustoso! E’ costato una ventina di euro ma se li è meritati tutti.
Mi dispiace solo di non essere riuscita a tornare per assaggiare i pancakes del loro brunch!

ANDERSEN BAKERY
andersen-cannolo
Questo famoso forno-pasticceria-bar si trova di fronte alla stazione centrale, di fianco a uno degli ingressi dei Tivoli Gardens. E’ un locale spazioso, raffinato ma popolato anche (o forse soprattutto) di turisti quindi non sentitevi fuori posto se vi presentate bardati come uomini delle nevi perché fuori fa freddo e magari non è ancora spuntato il sole. I banconi per i glutinosi sono enormi, mentre per noi sglutinati le opzioni sono due (penso siano sempre le stesse): una tortina monoporzione di mousse al cioccolato oppure un cono con cialda di mandorle e ripieno di crema alla nocciola. Attenzione perché questi prodotti, pur essendo senza glutine, stazionano nello stesso identico bancone degli altri quindi – mi vien da dire – sono più adatti agli intolleranti come me che ai celiaci.
Il cono che ho preso, comunque, era una vera goduria quindi se per voi il pericolo di cross contamination non è determinante vi consiglio assolutamente di provarlo! Il costo si aggira sui 5€ – non economico ma in linea con la media della città.

PALAEO
20170102_140115
Questo locale ha più di una location in città: io ho provato quella che si trova a Torvehallerne, il food market di Copenhagen. Ideale per un pasto veloce, super salutare e sfizioso, paleo e senza glutine! Meglio di così…
Io ho scelto un egg-wrap (una specie di rotolo realizzato con una frittata) con salmone, avocado e verdure. In base alla fame che avete, considerate magari di prenderne un paio. Io in realtà con uno sono arrivata fino a sera… ma poi, per l’appunto, prima dell’ora di cena mi si è aperta una voragine che non sapevo più come chiudere. E’ anche vero che quel giorno ho camminato circa 11 ore nel freddo, quindi di energie ne ho spese!
Comunque, il mio rotolo è costato circa 9€, prezzo abbordabilissimo per un pranzo al volo.
Questa piccola catena rifornisce anche i 7-eleven della città, di cui vi parlerò più avanti.

Døp
20170102_182427
Altra opzione perfetta per pasti veloci che non vi intralcino i piani di esplorazione turistica sono questi piccoli foodtruck: ce ne sono due, entrambi in centro, non molto distanti uno dall’altro.
Anche in questo caso si tratta di un fast food di qualità, che rivisita l’hot dog in chiave biologica: tutte le salsicce sono senza glutine, il pane no (i glutinosi mi dicono che sia particolarmente buono), ma le salse sì e soprattutto lo sono i due purè che si possono scegliere in accompagnamento – uno a base di patate e altri tuberi, l’altro a base di cavolo nero.
Tutto saporitissimo e super gustoso, un cibo di strada che raramente possiamo permetterci e che è bello godersi di tanto in tanto. Oltre che essere un’altra buona opzione per tagliare un po’ i costi delle cibarie: con meno di 5€ si fa un pasto leggero, ma anche volendo prendere porzione doppia si spende decisamente meno che in un ristorante!

NATURBAGERIET
naturbageriet
Questo forno è un piccolo gioiellino. Adorabile. Il proprietario è un omino danese che fa tenerezza per quanto è gentile, per il suo stupore nel sentirmi dire che in internet si parla del suo locale, e anche per il fatto che non sa tradurre alcune parole in inglese quindi devi scegliere i prodotti un po’ a sentimento.
cinnamon-rollLa prima volta ho optato per una cinnamon roll e un’altra brioche ricoperta di semi di papavero, entrambi prodotti tipici locali. Mi sono piaciute talmente tanto che ci sono tornata due giorni dopo per un’altra cinnamon roll, e ho comprato anche una pizzetta e un cracker nero ai semi come pranzo e snack da portare in aeroporto.
pizzettaI prezzi sono contenuti: dagli 80 centesimi del cracker, all’euro dei dolci, ai 2,50 della pizzetta… assolutamente più bassi di quanto paghiamo qui i prodotti freschi da forno. E devo dire che era tutto, tutto buonissimo. Unico problema, non da poco per i celiaci, è che anche in questo caso i prodotti non sono separati da quelli glutinosi – ma per i gluten sensitive è il paradiso!
20170105_194653
42 Raw
do-more-of-the-things-you-love
Locale in una viuzza in pieno centro che serve tutto il giorno pasti vegani, senza glutine e – in alcuni casi – crudisti. Dalle colazioni coi superfood (mi mangio ancora le mani per non aver potuto assaggiare la loro matcha bowl) ai pranzi a base di sandwich, insalate o pizza, fino ai dolcetti e agli smoothies colorati… anche questo, come altri dei locali di cui vi ho parlato, è il regno dell’alimentazione positiva, sana, viva, ricca sia di benessere che di gusto.
sandwich-42raw
Ho optato per un sandwich (sempre con quel pane nero ai semi che ho adorato e di cui vorrei tanto la ricetta) con avocado e hummus – l’hummus più buono che abbia mai mangiato e che quasi quasi mi ha fatto leccare il piatto. Come contorno, patate dolci grigliate e una salsina aioli anche quella superlativa. I 16€ meglio spesi di tutta la vacanza: finito di mangiare avrei ricominciato da capo – anche se in realtà ero molto sazia e lo sono rimasta fino a sera inoltrata.
Se vivessi a Copenhagen sarei lì tutti i giorni!

TIGHT
tight-salmone
Un ristorante vero, elegante e raccolto, perfetto per cenare con calma dopo una lunga giornata di giri turistici – anche perché si trova in pieno centro, quindi decisamente a portata di mano.
Avevo letto online che i piatti senza glutine sono contrassegnati sul menu: in realtà non è così, ma il mio cameriere (oltre a essere veramente carino) era informatissimo al riguardo e mi ha illustrato quali piatti fossero già sglutinati e quali si potessero modificare su richiesta (quasi tutti, in pratica).
tight-dolceHo scelto un bel filetto di salmone con verdure varie (fra cui un’insalatina che non ho riconosciuto ma che aveva un sapore particolarissimo!) e con una salsa che – anche in questo caso – mi ha fatto venir voglia di leccare il piatto. Poi ho ceduto anche alle lusinghe del dolce – era l’ultima sera e ho voluto trattarmi bene – e ho provato la crème brulée, anch’essa ottima. In tutto ho speso poco più di 30€, che non è poco ma non è nemmeno moltissimo considerata la media dei prezzi della città.
Ve lo consiglio, soprattutto se siete in coppia… ma anche in solitaria ha il suo perché!

STARBUCKS
Oltre a offrire le ormai classiche bevande che conosciamo tutti, nonché il wifi libero e i bagni salva-turista (ma attenzione: a Copenhagen tutti i bagni hanno un codice quindi prima bisogna o consumare o avere la sfacciataggine di chiederlo), in alcuni Starbucks offrono anche cibo senza glutine. In questo caso non ho trovato le insalate di cui avevo usufruito negli Stati Uniti, ma ho adocchiato e successivamente provato dei brownies – molto buoni, devo dire, anche se non super economici (3,60€ al pezzo). Anche in questo caso, però, vengono conservati nello stesso bancone con tutto il cibo glutinoso – anche se in un cestino a parte.
Comunque, per gli intolleranti al glutine con improvvisi buchi allo stomaco, sono consigliati.

7 ELEVEN
seveneleven
Se qualcuno di voi è già stato in un paese scandinavo, sa quanto siano diffusi lì i 7 Eleven. In pratica sono minimarket che offrono cibi freschi e confezionati, bevande, giornali… insomma, quei luoghi perfetti come pit-stop di prima mattina o per agguantare un pasto veloce in pausa pranzo. Ecco, io me li ricordavo come il regno del cibo economico e di scarsa qualità, junk food insomma, anche se profumatissimo (se c’è una cosa adorabile dei paesi del nord Europa è proprio il profumo che questi posti sprigionano, in my honest opinion). E invece, sorpresa! Interi e interi scaffali del banco frigo sono dedicati al cibo salutare, in gran parte anche senza glutine, grazie alla collaborazione con Palaeo che li rifornisce. Troverete sia i dolci (tipo girelle alla cannella e brownies), sia gli yogurt con la frutta, sia gli estratti freschi, sia gli snack a base di frutta secca, sia i sandwich o le insalate – alcune anche vegane. Tutto abbastanza economico – più che nei bar di sicuro: con pochi euro potrete fare colazione o un pasto sano e leggero, ma anche molto gustoso da quello che ho potuto sentire! Se i 7 Eleven in generale mi sono sempre stati simpatici, questi di Copenhagen li ho proprio amati… ce ne fossero da noi di posti del genere disseminati in giro, per salvarci quando non troviamo cibi glutinosi a portata di mano!

THE COFFEE COLLECTIVE
coffee-collective
In questo caso non si tratta di un suggerimento glutenfree, ma vi voglio passare lo stesso questa informazione: se siete amanti del caffè – ovvio, non del nostro espresso italiano super ristretto – dovete assolutamente provare quello di The Coffee Collective. Hanno diverse location, fra cui una al food market Torvehallerne, perfetta per agguantare una tazza di fumante e aromatico liquido nero prima di iniziare la giornata. Offrono diversi tipi di caffè, sapranno spiegarveli tutti nel dettaglio in modo che voi possiate scegliere quello che preferite. Una cup di caffè filtrato costa circa 4€, ma considerate che da Starbucks e in altre catene forse lo pagate anche di più e la qualità non è certo la stessa. Consigliato!

FOLK A ROCK (MALMO)
folk-a-rock
Durante la mia digressione svedese a Malmo, il freddo si è fatto sentire forte e chiaro per cui ho cercato un posticino accogliente in cui poter mangiare al caldo. I ristoranti erano troppo costosi e impegnativi per i miei gusti, quindi ho optato per quello che a una prima occhiata sembra un negozio di dischi, ma che è – anche – un bar. Nel bancone ho trovato due dolci diversi senza glutine – come al solito, non separati dal resto dei prodotti glutinosi. Ne ho scelto uno da portar via e si è rivelato super goloso: una specie di riso soffiato caramellato con sopra cioccolato fondente e arachidi salate. Che loveria!
folk-a-rock-dolcettoPer il pranzo invece mi è stata proposta un’insalatona con quinoa e verdure varie, con ingredienti principali a scelta – io ho fatto mettere hummus e salmone – e un condimento a base di aneto fresco. E così in un attimo ti senti all’Ikea! Insomma, ne deduco che il cibo Svedese sia un po’ questo. Un’ottima insalata, di sicuro soddisfacente. Tutto accompagnato da un tè verde alla mela… per poco più di 10€, per cui mi sento di potervelo consigliare.

Prima di partire, ho stilato un elenco con 15 locali da provare… capirete che, in 5 giorni (scarsi), non ho potuto testarli tutti. Qui di seguito vi elencherò quelli in cui non sono stata e chissà, magari ci andrete voi e me ne parlerete al vostro ritorno. 😉
Vita Boost
Grød
Brass
Sticks’n’sushi
Protein-Baren
Nordic Noodle
Feelgood bakery
Slice of San Francisco
– i supermercati della catena Irma

In conclusione, che dire? Come vedete, al contrario di quello che si pensa è possibile mangiare a Copenhagen anche a prezzi contenuti, e soprattutto con un ottimo rapporto in relazione alla qualità del cibo – almeno per quello che ho potuto toccare io con mano!
Se siete dei viaggiatori golosi e curiosi dell’aspetto gastronomico delle vostre mete, allora vi suggerisco assolutamente di visitare questa bella capitale nordica… non vi deluderà!
A presto con ulteriori suggerimenti su come rendere low cost un viaggio che, di suo, proprio economico non lo sarebbe… 😉

3 Comments Add yours

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...