Senza glutine in viaggio: dove mangiare a Gili Air!

il

Dopo averti portato con me fra i templi e i ristoranti di Ubud, oggi mi allontano di poco da Bali e salpo verso Gili Air alla ricerca di nuovi locali senza glutine da condividere.

Gili Air beach

Piccola doverosa premessa.
Gili Air è un’isoletta minuscola vicino a Lombok, che ho preferito alle sorelle Gili Trawangan (troppo festaiola) e Gili Meno (troppo da luna di miele).
Un po’ più cara della mia amata Bali, è circondata da un oceano di un turchese irreale e da una barriera corallina popolata di creature meravigliose, fra cui le tartarughe, in mezzo alle quali si può tranquillamente fare snorkeling.
Un piccolo paradiso di relax e libertà, dove il mio bagno era all’aperto e durante la doccia potevo alzare gli occhi verso le palme e i frangipane.
E dove ho abbracciato definitivamente la gioia di indossare ai piedi solo infradito, imparando a toglierle prima di entrare nei luoghi chiusi.
Un mondo a parte, dove gli unici mezzi di trasporto consentiti sono le biciclette e i calesse trainati da cavalli (ho visto anche qualche sparuto motorino elettrico ma erano eccezioni).

Calesse e cavallo a Gili Air

Ah, a proposito di biciclette, se vuoi leggere la mia disavventura al riguardo la trovi nel post sui top e i flop del mio viaggio in Indonesia.

Ma a parte questo, oltre al mare più bello che abbia mai visto e al relax assoluto che si può raggiungere stesi su quella sabbia bianca ad ammirare il tramonto, di sicuro a Gili Air non mi è mancato il buon cibo senza glutine.

Incredibile ma vero, nonostante sia un’isola veramente minuscola e sembri uscita dal secolo scorso, è piena di opzioni adatte a noi intolleranti o celiaci!

Anche in questo caso, come per Ubud, mi sono documentata su Downshiftology e l’ho usato come punto di partenza per le mie esplorazioni gastronomiche.
Spero ora di tornarti altrettanto utile. 😉

Io sono pronta, partiamo?

Gili Bliss

In questo carinissimo healthy bar, scoperto per caso, mi sono fermata a pranzare subito dopo il mio arrivo a Gili Air.

Gili bliss smoothie dragon fruit
Era sulla via che collegava il mio homestay al porto (possiamo definirla la via principale, forse, anche se non ho idea di come si chiami), ed era talmente invitante che non ho potuto resistere. A maggior ragione quando ho scoperto che sul menu erano contrassegnate le opzioni senza glutine!
E quindi ho preso posto al mio tavolino in legno e mi sono goduta un enorme smoothie al dragon fruit (col suo colore spettacolare) e un’altrettanto enorme porzione di gado gado, ovvero verdure cotte accompagnate da tempeh e salsa di arachidi – questa era davvero ottima.

Gili Bliss gado gado senza glutine
Consigliatissimo anche solo per un frullato rinfrescante – e perfetto per essere instagrammato!

Mowies

Beach bar e ristorante, è uno di quei locali stupendi, quasi da film, che popolano le spiagge bianche di Gili Air. Perfetto per osservare il tramonto, ma anche per bere un drink con gli amici spaparanzati sui pouf o per una cenetta a lume di candela. Cosa che ho fatto io, da sola. E va beh.

Mowies Gili Air fish curry senza glutine
Avevo altissime aspettative su questo posto, dovute a ciò che avevo letto online, ma sono state soddisfatte solo in parte.
Nel menu sono contrassegnati chiaramente i piatti senza glutine e questo è ottimo.
Il curry di pesce e la raw cake al cioccolato e dragon fruit che ho assaggiato, però, erano buoni ma non eccezionali come speravo.

Mowies Gili Air raw cheesecake senza glutine
Forse sono io ad essere troppo esigente – mi dirai tu, dopo esserci stato. 😉

Pacha Mama

Un po’ nascosto nella zona interna dell’isola, questo bar-ristorantino biologico è assolutamente stupendo – uno di quei posti in cui potrei tranquillamente sostare ore leggendo o scrivendo al computer e sorseggiando i loro drink o smoothies particolari.

Pachamama Gili Air
Anche in questo caso nel menu sono segnalati chiaramente i piatti senza glutine, ma anche quelli vegetariani, vegani, crudisti e paleo. Ce n’è per tutti i gusti (anche per gli onnivori, eh)!
Visti i prezzi leggermente più alti rispetto agli altri locali provati, ma sempre bassi in effetti rispetto ai nostri standard, e visto che mancava la corrente elettrica… ho rinunciato allo smoothie che avevo puntato, e mi sono buttata sul cibo.

Pachamama Gili Air beef bowl senza glutine
Ho scelto la spiced beef bowl, un’insalatona in ciotola di cocco con macinato di manzo speziato, quinoa, verdurine crude, salse gustosissime e l’immancabile key lime. Super scenografica e buonissima, davvero.
Dopo di che non potevo non provare la raw banoffee cheesecake, un simil-cheesecake vegana e senza glutine al gusto di banana e caramello (realizzato in realtà con i datteri). Anche quella una bellezza ma soprattutto una bontà.

Pachamama Gili Air raw banoffee cheesecake senza glutine
Insomma, questo posto è imperdibile. Provalo, dammi retta!

The Mexican Kitchen

Ristorante messicano su un’isoletta dell’Indonesia… lo so, non avrei dovuto cedere, ma l’ho provato per dovere di cronaca: anche qui infatti il menu riportava le pietanze senza glutine, dolci compresi. E poi era vicino al Legend bar, uno dei pochi locali dell’isola a proporre ogni tanto delle feste (peraltro, quella a cui sono stata io era pessima e me ne sono andata dopo un’ora di noia assoluta).
Un punto a favore di questo posto è la location: i tavolini sono rialzati e se sei in “prima fila”, come è capitato a me, avrai davanti a te solo l’oceano e l’infrangersi delle onde. Decisamente piacevole!

Mexican Kitchen Gili Air senza glutine
Meno piacevole è stato il cibo. Non che fosse terribile, eh, però mi era stato prospettato come molto piccante e invece non solo non lo era, ma era proprio insipidino. Fra l’altro ho dovuto praticamente implorare per far aggiungere dell’insalata al mio piatto di tacos. Io ho bisogno di verdura, altrimenti non sono felice, e lì ho chiesto con insistenza ottenendo un pugnetto di foglie insapori, immerse nella salsa dei tacos.
Visto questo, l’idea che mi era baluginata di prendere il dolce l’ho poi messa da parte… ma chissà, magari quello avrebbe risollevato le sorti della cena.
Conclusione? Meglio mangiare indonesiano, in Indonesia. 😀

Captain Coconuts

Last but not least, quello che forse, fra tutti, è il posto in cui ho mangiato meglio a Gili Air.
Come per il Pachamama, anche per trovare il Captain Coconuts dovrai addentrarti nelle stradine sterrate all’interno dell’isola. Ma fallo, fallo, perché ne vale assolutamente la pena.

Captain Coconuts Gili Air succo di cocomero
Ti troverai all’improvviso in una piccola oasi rasserenante, con un grande atrio al quale potrai accedere solo togliendoti le infradito. Il ristorante è annesso a una guesthouse carinissima, con porte turchesi e color acquamarina di cui mi sono innamorata all’istante. Fra l’altro, rimanendo sulla location, menzione d’onore per il bagno – a cui si può accedere solo a piedi nudi come nelle altre zone coperte – che era il più pulito che abbia visto nelle mie tre settimane di viaggio.
Ma passiamo al cibo, meravigliosa meraviglia. Anche qui il menu indica chiaramente quali sono i piatti senza glutine e riporta che tutti sono vegetariani, senza latticini e senza zuccheri raffinati. Amore a prima vista.
Ho scelto un mega succo di cocomero e menta per dissetarmi, prima di tutto.

Captain Coconuts Gili Air frittelle di mais senza glutine
Poi delle frittelle di mais e zucchine ricoperte da un sugo di melanzane e pomodoro  e da una cremina di anacardi e lime… che dire: a parte la quantità industriale, sono probabilmente una delle cose più goduriose che io abbia mangiato non solo in Indonesia, ma per lo meno nell’ultimo anno della mia vita. Spaziali. Mi basta scriverne per desiderare ardentemente il teletrasporto pur di mangiarle di nuovo.
Infine, siccome l’avevo già ordinata all’inizio e ormai non potevo più rifiutarla nonostante la sazietà, ho concluso con una cheesecake vegana ai frutti di bosco, la cui crema era a base di anacardi. Bellissima e anche buona, nonostante si fosse mezza sciolta a causa del caldo atroce.

Captain Coconuts Gili Air raw cheesecake senza glutine
I prezzi? Inferiori alla media dell’isola!
Beh, non penso di dover aggiungere altro, se non che se mai dovessi tornare a Gili Air probabilmente pernotterei in questo posto e tornerei a casa con una decina di kg in più, rotolando felice.

Che dire?
Penso sia molto chiaro che a Gili Air, che tu sia celiaco, intollerante al glutine, vegetariano o persino crudista, non morirai certo di fame… anzi, troverai tante delizie per il tuo palato, salutari e veramente buonissime!

Un piccolo paradiso in tutti i sensi: dalla natura alla gastronomia, niente ti deluderà… attento solo ai ladri di biciclette! 😉

3 commenti Aggiungi il tuo

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...