Chips di cavolo nero: ricetta a prova di principianti!

Ultimamente le ho postate su Instagram e in tanti mi hanno chiesto la ricetta, quindi ho pensato che sia giunto il momento.
Di cosa sto parlando?
Delle chips di cavolo nero!

Chips di cavolo nero

E non mi dire che il cavolo nero lo usi solo per fare la ribollita… o, peggio, che non sai nemmeno cosa sia!

Momento Superquark:
Il cavolo nero è un ortaggio della famiglia delle  crucifere, con foglie grandi, bitorzolute e color verde scuro.
E’ ricchissimo di sostanze antiossidanti e antinfiammatorie (fondamentali per chi ha malattie come l’endometriosi, ad esempio), ma anche di sali minerali, acido folico e vitamine – soprattutto A, C ed E.
Guarda caso, la C è la famosa vitamina che protegge da raffreddori e influenze di stagione – e guarda caso, il cavolo nero è un ortaggio invernale. La natura pensa proprio a tutto!

Foglie di cavolo nero

Ma quindi cos’hanno di speciale queste chips?
Perché tutti le amano, in Italia ma anche all’estero (le celebri kale chips americane)?

Perché sono semplicissime da preparare – la ricetta è veramente a prova di principiante.
Perché il cavolo nero fa bene, come ti ho appena raccontato.

Ma soprattutto perché sono buone, sfiziose, croccanti, perfette per gli aperitivi con amici o per concedersi uno snack goloso quanto le colleghe patatine fritte, ma decisamente più salutare.

Sei pronto a scoprire come ottenere queste chips super scrocchiarelle?

Ingredienti per la ricetta base:
foglie di cavolo nero (se sono grandi, considerane 4/5 a testa) – chiaramente, se è biologico è meglio… io uso sempre quello di mia zia o della mia amica cantante green Eleonora!
olio extravergine d’oliva
sale q.b.

Procedimento:
Lava bene le foglie di cavolo nero, scolale e poi asciugale tamponandole con dei canovacci puliti.

Asciugare il cavolo nero
Questo è un passaggio importante: devono essere davvero ben asciutte, altrimenti non diventeranno croccanti!
Tagliale a pezzi di grandezza simile fra loro (circa 4/5 cm di larghezza) poi trasferiscili in una terrina capiente.
Condisci con un filo d’olio evo, un pizzico di sale e mischia a mano fino a che l’olio avrà ricoperto bene tutte le foglie.

Condire le foglie a mano
Versa le foglie sopra una teglia ricoperta di carta forno, sparpagliandole bene in modo che si sovrappongano il meno possibile.
Cuoci in forno ventilato già caldo a 170° per circa 5 minuti, poi muovile un pochino per controllare la consistenza e separarle in caso siano troppo appiccicate fra loro, dopo di che continua per altri 3 minuti – più o meno. Se dovessi notare che diventano marroncine, abbassa la temperatura a 150°.

E poi… fine! Puoi estrarle dal forno, versarle in una bella ciotola e offrirle ai tuoi amici davanti alla tv, oppure durante un aperitivo – o anche mangiarle tutte tu per merenda!

Chips di cavolo nero kale chips

Volendo, puoi sperimentare aggiungendo qualche spezia durante la fase di condimento – o anche del parmigiano reggiano grattugiato, se punti alla golosità estrema!

Sono pronta a scommettere che se le offri ai tuoi bambini, nemici delle “verdure verdi”, scoprirai un ottimo modo per fargliele mangiare senza storie! 😉

Allora, che aspetti a procurarti un bel ciuffo di cavolo nero per provare a preparare queste chips?

Sono curiosa di sentire il tuo parere, scrivilo nei commenti!

Logo Gluten free Lactose free expo

PS: il momento del Gluten Free Expo e Lactose Free Expo si avvicina… è stato pubblicato il programma ed è davvero interessantissimo!
Quest’anno sarò una delle blogger ufficiali dell’evento, che potrai visitare a prezzo scontato grazie al codice R5BLB!
Mandami una mail o lascia un commento se ci sarai, mi farebbe piacere incontrarti! Ci vediamo lì 😉

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. rcavallaretto1 ha detto:

    Bella ricettina per un aperitivo…

    Liked by 1 persona

    1. Arianna ha detto:

      Esatto, aperitivo o merenda… ma io le mangio anche come contorno! 😄

      Liked by 1 persona

  2. David ha detto:

    Ecco cosa avevo sbagliato, non le avevo asciugate e quindi non mi erano venute così croccanti come le tue! Ci riproverò prestoooo

    Liked by 1 persona

    1. Arianna ha detto:

      Eh sì bisogna asciugarle, altrimenti l’umidità non evapora e rimangono mollicce! 🙂

      Mi piace

Lascia un commento - Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...