Rieccomi, finalmente con un’altra ricetta salata! Perché è facile dire che bisogna mangiare sano, preferire le proteine vegetali a quelle animali, scegliere cotture salutari, non farsi mancare verdure di tutti i colori, usare meno di questo e più di quello… ma poi, nella pratica quotidiana, è così semplice mettere in pratica tutto questo? La risposta è: sì, ma può non sembrarlo, soprattutto all’inizio. Chi si avvicina ad un modo di nutrirsi “alternativo”, soprattutto se lo fa per questioni di benessere fisico più che etiche (lì le proprie forti convinzioni secondo me aiutano già di più), lo deve fare per piccoli passi, modificando un’abitudine alla volta…Scopri di più!

Oooh ed eccoci arrivati a uno dei cibi a mio parere più goduriosi che ci siano: la pizza! Croce e delizia, oserei dire… fra farina, lievito, latticini, condimenti vari di sicuro non è un toccasana – almeno per i miei nuovi standard alimentari – però quando ci vuole ci vuole, e a volte ci vuole proprio fatta bene! Per esempio, di solito condisco la mia pizza con una marea di verdure, ma era da un po’ che avevo una voglia matta di pizza con speck e funghi porcini… allora ho approfittato del mix di farine Bezgluten appena arrivato e mi sono concessa questo lusso! LaScopri di più!

Ooooooh oggi vi propongo una ricetta che adoro! Beh, la premessa è che adoro il salmone in tutte le sue salse… e in particolare in quella teriyaki! 😉 Anche questa volta ho preparato il piatto per la cena della Vigilia di Natale, ma è davvero semplicissimo e replicabile in qualsiasi momento. L’unico piccolo problema è forse il reperimento di qualche ingrediente particolare, come il mirin, ma una volta che siete riusciti a procurarvelo non avrete più intoppi e, anzi, vi ritroverete a ricorrere a questa ricetta più e più volte per smaltirne un po’… 😀 Ho scelto di seguire i suggerimenti di Gordon Ramsay perchèScopri di più!

Rieccomi finalmente! Dopo mesi di silenzio pubblico una nuova ricetta, che mi ha tenuto compagnia per tutta l’estate… sì, perché è uno di quei classici piatti che si possono preparare in quantità industriale e poi surgelare, tirandoli fuori quando si ha voglia di qualcosa di buono, sano e veloce. Ah, e naturalmente senza glutine, aggiungerei! Manco a dirlo, questi burger sono nati dalla mente del mio amatissimo Marco Bianchi (qui trovi i suoi libri pieni di ricette sfiziose: I libri di Marco Bianchi), io li ho solo presi in prestito… e ho fatto bene come sempre! 🙂 Passiamo subito ai fatti? Sì, dai! Ingredienti: 500Scopri di più!

Il merito di questa ricetta va tutto a mia mamma, che l’ha scovata in internet, l’ha modificata, l’ha preparata… io ho contribuito solo fotografando e poi pappandomela con gusto! In pratica si tratta della versione salata della famosa torta di rose, che finora avevo provato solo come dolce… ma, vi dirò, la preferisco così! 😀 Se state cercando un’idea per il pranzo di Pasquetta… anche se a quanto pare le piogge torrenziali impediranno le gite fuoriporta, questa ricetta può sempre tornare utile. Sia come antipasto, che come piatto unico o secondo… oppure per un buffet! Insomma, davvero, provatela perchè è strabuona! Ingredienti: 350 g diScopri di più!

Parto dalla seconda metà del titolo: da oggi fino al 10 marzo, per la 9^ volta, si tiene la settimana europea della consapevolezza dell’endometriosi. “Endo… che?!?!?!” – potreste rispondere voi… ecco, lo scopo principale di questa settimana è proprio quello di far sapere al mondo cosa sia l’endometriosi. Per farla breve, l’endometriosi è una malattia cronica poco conosciuta, nonostante sia diffusissima (per dire, in Italia colpisce il 20/25% delle donne), dovuta alla presenza anomala di endometrio in altri organi al di fuori dell’utero. Questo tessuto “delocalizzato”, col passare del tempo, crea cisti, aderenze, cicatrici interne che possono portare ad enormi danni all’apparato urinario, all’intestino, agliScopri di più!

Oggi non vi passo una vera e propria ricetta, ma degli spunti… A volte capita di non aver assolutamente voglia o tempo di cucinare, ma di sentire il desiderio di qualcosa di buono per pranzo, merenda o dessert. Ecco, ora vi propongo due idee – velocissime e che definire semplici è un eufemismo – per abbinare la ricotta con altri ingredienti rendendola un gustoso pasto leggero o un dolce genuino e da acquolina in bocca. L’ingrediente di base ovviamente è la ricotta, che deve essere di ottima qualità. Io ho scelto dei cuoricini di ricotta del Caseificio Mambelli di Bertinoro (FC), prodotti utilizzando latte interoScopri di più!

Ooooh era un pezzo che non mi mettevo seriamente ai fornelli! Con il caldo che l’ha fatta da padrone nelle settimane scorse, l’ultima cosa di cui avevo voglia era squagliarmi in cucina, quindi mi son dedicata sempre a piatti veloci e freschi, niente di speciale. Ieri invece, complice il tempo capriccioso che ha promesso pioggia per ore (poi ce l’ha mandata stamattina alle 6, a catinelle, ed io che dormo in mansarda l’ho sentita tutta dalla prima goccia all’ultima), mi sono messa il grembiule ed ho ricominciato a spadellare. In frigo c’era del coniglio già tagliato a pezzi, non rimaneva che decidere come prepararlo. HoScopri di più!

Con la primavera sono arrivati anche i carciofi freschi… belli, allettanti, attesi per tutto l’anno… quindi perchè non comprarli al mercato? Ecco. Prima di comprare carciofi freschi, assicuratevi di avere a casa un coltello adatto per pulirli. Io non l’avevo, ed è stata un’impresa titanica! Mi sa che continuerò a prediligere i cuori surgelati… molto più semplici da utilizzare! Comunque devo dire che alla fine c’è soddisfazione nel riuscire a pulirli… anche se ci vuole mezz’ora solo per quello! Detto ciò, passiamo alla ricetta. E’ pensata sempre come pasto leggero primaverile… petto di pollo, carciofi e limone siciliano sono i tre ingredienti principali, a cuiScopri di più!

Come vi ho raccontato parlando del brunch milanese al Dulcis in fundo, fra i vari piatti salati sono stata particolarmente colpita da un’insalatina con finocchio e salmone affumicato. Dal momento in cui l’ho assaggiata, ho iniziato a rimuginare sugli ingredienti del condimento e mi sono ripromessa di provare a replicarla una volta a casa. Detto, fatto! Il sapore non era proprio identico, ma anche la mia insalata non era affatto male. In più, è un piatto fresco, veloce, leggero e salutare, perfetto per questo periodo dell’anno! E non venite a dirmi che non è light perchè il salmone è un pesce grasso: sì, è vero,Scopri di più!