…continuazione… Qualche parola la voglio spendere anche sui ristoranti non attrezzati per celiaci e intolleranti, ma nei quali ho comunque provato piatti che non contenevano glutine. Il primo è A’ Smerza, un chiosco immerso fra i pini nell’area di sosta di punta dello Spido. Offrono piatti caldi e freddi, di carne e di pesce, e la loro specialità a quanto pare è la griglia. I prezzi di alcune pietanze sono decisamente alti considerando che non si tratta di un vero ristorante, ma almeno la loro insalatona era veramente ONA e ricca di sostanza (ottimo il pecorino locale). Molto buone sono anche le varie verdure grigliateScopri di più!

C’è poco da fare, d’estate proprio non trovo la voglia di mettermi davanti al computer… preferisco usare tutto il mio tempo libero per andare al mare o per viaggiare – se e quando posso – e per fortuna quest’anno ho potuto. Quindi torno, dopo una lunga assenza, per parlarvi di… vacanze! All’inizio di agosto sono stata una settimana nelle splendide Isole Tremiti, al largo del Gargano. Sono cinque isolette minuscole, di cui tre disabitate, circondate da un mare turchese che più turchese non si può. Ho prenotato la vacanza mesi e mesi fa, scegliendo l’albergo in base a criteri che nulla avevano a che fareScopri di più!

Sarà che da qualche giorno la nebbia è tornata a coprire le nostre campagne romagnole, sarà che nel letto ho aggiunto una coperta, sarà che giorno e notte fa proprio freddino… sarà quel che sarà, fatto sta che mi ritrovo a pensare con molta nostalgia al breve ma intenso weekend che ho trascorso a Lisbona poco più di un mese fa. Ovviamente, ogni pasto – compresi gli spuntini – è stato altamente ponderato in modo da assaggiare tutto ciò che la città offriva di tipico. I pasti per me sono sacri sempre, ma soprattutto quando sono in viaggio! E ancora di più quando si hannoScopri di più!

Rullino i tamburi! Squillino le trombe! Ci abbiamo messo un po’ ma ce l’abbiamo fatta… abbiamo finalmente scelto le ricette vincitrici del contest “Un viaggio nel piatto”, organizzato da me con la collaborazione del blog Le Delizie Itineranti. Inutile dire che la scelta non è stata affatto facile: le ricette erano tante e molto interessanti, grazie a voi abbiamo scoperto piatti che non conoscevamo ed abbiamo fatto un bel po’ di piacevolissimi viaggi culinari! Prima di decretare i vincitori voglio ringraziare di nuovo tutti voi per aver partecipato condividendo con noi le vostre creazioni… avete reso il mio primo contest ricchissimo, sono davvero felice eScopri di più!

Vi ricordate che, un paio di mesi fa, vi avevo parlato di due novità che mi riguardavano e per le quali ero decisamente su di giri? La prima era l’inizio dell’avventura delle Delizie Itineranti, per la seconda invece vi avevo fatto compilare anche un sondaggino, dicendovi che poi vi avrei spiegato tutto. Ecco, è arrivato il momento di svelare l’arcano! 🙂 Pochi giorni fa è uscita la nuovissima rivista Ravenna Capitale, uno dei tanti progetti nati per sostenere la candidatura di Ravenna come Capitale Europea della Cultura per il 2019. Su queste pagine vengono raccolte tutte le preziose tessere che compongono il mosaico della culturaScopri di più!

Per festeggiare i primi cento post pubblicati e le quasi 15000 visite ricevute dal blog, direi che è proprio giunta l’ora di indire il mio primo contest! 🙂 E’ arrivata l’estate, la voglia di vacanze si fa sentire… voglia di prendere il primo aereo e raggiungere la meta dei propri sogni, o anche solo una che ci allontani momentaneamente dalle fatiche della vita quotidiana! Non sempre però è possibile partire a proprio piacimento, quindi bisogna “accontentarsi” di evasioni minori: ad esempio, qualcosa di buono da mangiare, che abbia il sapore del viaggio! Ecco, quello che vi chiedo per questo contest è di creare un piattoScopri di più!

Ragazzi, ieri sono andata alla fiera CIBUS a Parma… che esperienza!!! Non c’ero mai stata prima, e questa visita è nata in relazione al nuovo progetto al quale parteciperò d’ora in poi – e del quale vi parlerò fra poco. La fiera è immensa e contiene tutte le principali realtà enogastronomiche italiane – con qualche incursione estera, per esempio dall’Austria e dalla Spagna. Gli espositori vanno dalle enormi industrie come la Barilla ai piccoli produttori artigianali che portano alla conoscenza del pubblico il loro gioiello. E’ un paradiso per gli appassionati di enogastronomia, ma penso che il meglio di sè lo dimostri nei confronti degliScopri di più!

In cinque post, ho stilato il mio personalissimo best of della gastronomia newyorkese, suggerendovi per quale locale optare nel caso abbiate voglia di: hamburger, hot dog o pizza; una cena di classe, un brunch o sushi; cupcakes, ciambelle o wafels; bagels, un pasto vegetariano o vegano, o addirittura aragosta; qualcosa da bere diverso dal solito caffè o una spesa al supermercato! Detto ciò, come vi avevo preannunciato, non posso esimermi dal fare anche una piccola classifica del “peggio di…”, anche se non è proprio la definizione precisa. In realtà qui vi segnalerò alcuni “falsi miti” della ristorazione nella Big Apple, ovvero quei posti che tuttiScopri di più!

Eccomi qua con la quinta ed ultima puntata della mia rubrica dedicata al best of di New York a livello mangereccio, tratta dal mio vecchio post Fate l’amore con il sapore. Le prime quattro puntate potete trovarle tutte qui, e vi consiglio di spulciarle se avete intenzione di fare una capatina nella Big Apple… o anche solo se volete viaggiare con la fantasia! 🙂 Oggi non vi parlo di ristoranti, ma di due “outsider” che non potevo non citare. Soprattutto Trader Joe’s: è assolutamente una delle cose che mi mancano di più da quando sono tornata a casa! Quindi ecco dove vi suggerisco di andare,Scopri di più!

Oggi si torna a New York, almeno idealmente, per continuare la rassegna sul cibo imperdibile! La prima puntata, in cui spiego com’è nata quest’idea, la potete trovare qui, mentre se cliccate sulla sezione “Cibo in giro per il mondo” trovate anche le successive. Mettete caso di trovarvi in giro per le strade di quella meravigliosa metropoli, attorno all’ora di pranzo. Vi do tre idee su dove andare nel caso abbiate voglia di… …un bagel: The Bagel Store a Williamsburg Il Bagel Store è uno dei locali che ho incredibilmente dimenticato di recensire nel post “Fate l’amore con il sapore”. Forse perchè quello che frequentavo ioScopri di più!