Concludo il mio excursus su dove mangiare senza glutine a Bali e dintorni con questo articolo su uno dei miei posti preferiti: Canggu! E’ un piccolo villaggio sulla costa ovest di Bali, poco più a nord delle famose Kuta e Seminyak (dove non ho nemmeno messo piede, perché quel lato modaiolo e fighetto dell’isola non mi interessava). E’ un posticino adorabile, la cui via principale è costellata di negozi interessanti (uno su tutti, il piccolo “centro commerciale” Love Anchor, dove si trova anche un mercatino artigianale) ma soprattutto di locali fantastici dove mangiare o anche solo bere qualcosa. E’ vero, l’aria che si respira èScopri di più!

Torta senza glutine vegana Sawobali Ubud

Ce lo siamo detti tante volte: per celiaci e intolleranti (al glutine ma anche ad altri alimenti), mangiare in viaggio non è semplicissimo. Ma altrettante volte mi sono sentita di dirti che non è nemmeno impossibile, soprattutto se si parte preparati e si seguono gli accorgimenti che ho scritto in questo post su come viaggiare senza glutine. In Indonesia, come nella maggior parte dell’Asia, non sarà difficile trovare cibo naturalmente senza glutine – anche se lui, infingardo, potrebbe nascondersi nella salsa di soia o in altri ingredienti. A Bali, in particolar modo, avrai di che cibarti: ci sono un sacco di locali che propongono alimentiScopri di più!

Se sei qui su Eat Travel Live Positive, probabilmente ami il cibo e ami anche viaggiare. Sono certa che sei una di quelle persone che, quando viaggiano, non si accontentano di conoscere nuove culture visitando musei o luoghi storici. Una di quelle persone curiose, che vorrebbero assaggiare tutto quello che vedono (beh, forse non proprio tutto tutto). Sono sicura che sei goloso e che non vorresti mai privarti di un piatto tipico per colpa della tua intolleranza. Beh, sono così anch’io e proprio per questo ti do una notizia che ti piacerà: in Indonesia non dovrai! Se sei intollerante al glutine, troverai pane (o meglio,Scopri di più!

Pura Lempuyang Bali

Chi non si è mai ritrovato a osservare la foto di un tempio balinese? Sono sicura che è successo anche a te, consapevolmente o meno. E magari hai iniziato a sognare di visitarlo di persona, quel tempio, prima o poi. Magari hai sentito un’attrazione inspiegabile, sei rimasto affascinato da un’immagine che ha continuato a ronzarti in testa finché non ti sei detto: “Beh, forse è giunto il momento di comprare un biglietto aereo e andarci sul serio, a Bali!” Più o meno, questo è ciò che è successo a me, e che mi ha dato l’impulso iniziale per partire per il mio viaggio in solitariaScopri di più!

gluten free barcelona

After gluten free Copenhagen and 100% gluten free restaurants in Bali, here’s another nomad post: gluten free in Barcelona! This was another solo trip I took last year, for a few days, in order to discover a city that I had never visited before – to be honest, I had never been anywhere in Spain. In Europe, I’ve always been attracted by Scandinavian countries… but this time I wanted to try something different and see how it felt. I chose Barcelona, “capital city” of Catalunya, for its cultural and architectural abundance – and I ended up falling in love with Gaudì: he’s an absolute genius!Scopri di più!

viaggi da sogno 2019

Ci siamo: è arrivato quel momento dell’anno. Quello in cui si tirano le somme dei mesi appena trascorsi e si inizia a fantasticare su quelli che verranno. E quali fantasie potrebbero essere più soddisfacenti di quelle legate ai viaggi?! Ho colto l’occasione della domanda che Momondo ha fatto a tutti i suoi Open World Ambassadors (me compresa) sui viaggi dei sogni per il 2019… e ho deciso di scrivere questo post per raccogliere i miei! Ma prima di tutto, un piccolo recap: quali viaggi ho fatto nel 2018? 2018: le mie destinazioni L’anno che sta terminando è stato ricchissimo di novità per me: ho cambiatoScopri di più!

open world traveler momondo

Oggi non ti parlo né di Bali, né di deliziose pietanze senza glutine assaggiate in giro per il globo: oggi ti parlo di Momondo. Qualche giorno fa ho ricevuto una notizia strepitosa, che voglio condividere con te: sono stata accettata nel programma Open World Travelers Ambassadors – ideato proprio da Momondo! Grazie a questa partecipazione, riceverò in anteprima offerte, campagne, funzionalità varie e anche concorsi che potrò condividere con te. Avrò anche la possibilità di apparire nei futuri contenuti di Momondo, quindi tieni gli occhi aperti non solo sul mio ma anche sul loro blog! 😉 Conosci già Momondo? Se viaggiare è una tua passione,Scopri di più!

taksu-spa-ubud

Amo Ubud, questo ormai è appurato. Ho esplorato i suoi meravigliosi templi, la natura che la circonda e il cibo delizioso che offre. Finalmente, qualche giorno fa, ho potuto anche conoscere il suo lato dedicato al benessere, passando una mattinata incredibile alla Taksu Spa. Se sei già stato a Ubud lo sai – e se non ci sei mai passato, lo scoprirai non appena ci metterai piede: questo piccolo villaggio è strapieno di spa e di ragazze che ti intercettano per strada con un “Massage?” a ogni ora del giorno e della notte. Ecco, dimentica tutto questo: la Tasku Spa è completamente diversa. Già dalleScopri di più!

Travel dreams 2018

Alzi la mano chi, a fine anno, non si mette a tavolino con se stesso a fare un bilancio dei mesi appena trascorsi. Io, stavolta, ne ho fatti due: – un lungo elenco di tutto ciò che ho ottenuto nel 2017 grazie alla mia volontà, alle mie forze e al mio lavoro; – un piccolo riassunto dei viaggi, lunghi o brevi, che sono riuscita a realizzare. Quest’ultimo ho deciso di proportelo, perché spero magari di poterti ispirare nella scelta delle destinazioni per questo nuovo anno appena iniziato. Il 2017 in appunti di viaggio Copenhagen Ho inaugurato l’anno passato partendo in solitaria per Copenhagen, proprio laScopri di più!

Nascosto fra i tornanti delle colline romagnole, poco fuori dalla città ma immerso nella pace, si trova un luogo sospeso nel tempo in cui accadono magie. No, non sono impazzita all’improvviso. Sono solo reduce da una cena vegana e crudista, un’esperienza meravigliosa che ha avuto luogo proprio lì. In una baita, tutta di legno, alla fine di un sentiero illuminato da piccole lanterne. E la baita, si sa, crea subito un’atmosfera particolare, calda, natalizia – anche se un po’ in anticipo sui tempi. Mi sono ritrovata dentro un ambiente curato nei minimi dettagli: tutto aveva una sua collocazione e un suo significato. Ogni piccola sfumaturaScopri di più!